Emergenza Coronavirus: il sindaco di Telese Terme chiede la riapertura degli ospedali di Sant’Agata de’ Goti e di Cerreto Sannita

Il sindaco di Telese Terme Pasquale Carofano, in previsione dell’aumento dei contagi da coronavirus nella nostra provincia, chiede alla Regione Campania di valutare la possibilità di un immediato utilizzo delle strutture ospedaliere degli ex presidii di San’Agata de’ Goti e di Cerreto Sannita (nella foto). Un appello sensato che senz’altro condividiamo.
«In momento – scrive Carofano – nel quale l’emergenza coronavirus rischia di far raggiungere nei prossimi giorni un picco dei contagi in Campania e nel Sannio, sento di sostenere con forza la necessità di utilizzare il presidio ospedaliero “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori” di Sant’Agata de’ Goti e l’ex ospedale “Santa Maria delle Grazie” di Cerreto Sannita quale riferimenti operativi per la provincia di Benevento (e più in generale per le aree interne della Campania) per la gestione di quella che l’OMS ha definito “pandemia”. Dobbiamo far sì che in caso di necessità le nostre strutture siano pronte sia a livello di disponibilità di posti letto che di attrezzature e di personale medico – sanitario».
«Un appello – conclude il sindaco di Telese Terme – che sento di rivolgere al Presidente De Luca, al Prefetto di Benevento, ai Direttori Generali dell’Asl e dell’Azienda Ospedaliera “San Pio”, al Consigliere regionale e al Presidente della Commissione Sanità della Regione Campania al fine di non lasciarci trovare impreparati quando il picco, dalla previsioni effettuate, raggiungerà il nostro territorio attraverso il potenziamento di posti letto per la rianimazione. In seguito penseremo al futuro di quelle strutture. Oggi è il momento dell’emergenza. E va affrontato con senso di responsabilità ed emarginando inopportune posizioni di campanile. Insieme!»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *