Parte domani la raccolta di firme lanciata da Altrabenevento per la chiusura dei pozzi contaminati

Comincerà domani alle ore 17,00 presso il Piccolo Teatro Libertà (ex Lazzaretto, angolo via Napoli-via Santa Colomba) con un’assemblea pubblica, la raccolta delle firme per chiedere al Comune di Benevento e alla GESESA, società che gestisce il servizio idrico, di non fornire più, in via cautelare e a tutela della salute pubblica, agli utenti dei rioni Libertà, Ferrovia e Centro storico l’acqua dei pozzi di Pezzapiana e Campo Mazzoni, perché sono stati accertati valori di Tetracloroetilene superiori alla Soglia di Contaminazione. 
Con la stessa petizione gli utenti chiedono che la Regione Campania aumenti la fornitura dalle sorgenti del Biferno per servire l’acqua di buona qualità, finora riservata solo agli abitanti della parte alta della città, anche agli altri utenti del servizio. 
Relazioneranno: Gabriele Corona, Sandra Sandrucci e Vincenzo Fioretti dell’associazione Altrabenevento;  Salvatore Zotti, Antonio Leone e Giovanni Picone del Comitato Qualità dell’Acqua a Benevento; Valentino Soreca dell’associazione Radici.
Nel corso dell’assemblea saranno contestate con specifici documenti le recenti dichiarazioni dell’Amministratore delegato di Gesesa, Vittorio Cuciniello. 

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *