I giallorossi giocano con convinzione e raggiungono il secondo posto in classifica

Ottima gara del Benevento che rende la pariglia all’avversario di turno, il Pescara, nell’anticipo dell’infrasettimanale. Un partita giocata con convinzione da parte di capitan Maggio ed i suoi compagni anche nei minuti di sconforto come quelli del dopo rigore sbagliato da Coda ed il pareggio degli avversari. Mai domi hanno saputo imbrigliare Menusciaie compagni mai resisi pericolosi davanti a Montipò. Un paio di volte gli attaccanti abruzzesi sono arrivati in area di rigore avversaria ma hanno poi fallito.
Bucchi per questa gara ha piazzato gli uomini giusti al posto giusto. Soprattutto recuperato sulla fascia che preferisce Letizia, letteralmente devastante e instancabile. Dall’altro lato Maggio, seppur meno “focoso”, ha svolto con diligenza il ruolo spaziando e rendendosi anche pericoloso un paio di volte in area di rigore. La posizione di due esterni alla fine ha premiato il gioco espresso da tutti gli alti reparti che con intensità hanno pressato gli avversari disposti alla  difesa. Tra l’altro proprio la disposizione del centrocampo giallorosso non ha permesso mai che andassero in contropiede. L’errore dal dischetto di Coda poteva essere fatale per lo spirito dei compagni di squadra e l’ardore agonistico. Invece come nulla fosse successo hanno continuato a macinare gioco e giungere sul finale della prima frazione di gioco anche ad esaltarsi con la rete proprio di Coda che così si faceva perdonare dopo pochi muniti l’errore dagliundici metri.
Mancosu trovava poi una palla saltellante nell’area di rigore e Montipò nulla potè sul tiro ravvicinato del cannoniere, secondo nella speciale classica distanziando di nuovo Coda che rimaneva terzo.
Poi alla fine ci pensava Volta, con un magistrale colpo di testa, lasciato solissimo in area, a riportare la squadra in vantaggio per l’agognata vittoria finale.
C’è ancora da dire che prima Buonaiuto e poi Coda avevano preso una traversa ed un palo. Soprattutto sfortunato su quel tiro che rimbalzava in area alle spalle di Fiorillo. 
Attendere fiduciosi non sarebbe sbagliato per iniziare a risognare. Ma bisognerà già pensare alla gara di lunedì 4 contro il Livorno. (g.b.)

I RISULTATI DELLA VII GIORNATA DI RITORNO
Padova – Brescia 1-1
Cosenza – Carpi 1-0
Salernitana – Cremonese 2-0
Ascoli – Foggia 2-2
Crotone – Palermo 3-0
Benevento – Pescara 2-1
Lecce – Verona 2-1
Venezia – Perugia 2-3
Spezia – Livorno 3-0
LA CLASSICA
Brescia, punti 47; Benevento 43; Palermo, 42: Lecce, Pescara, 41; Verona, 39; Spezia, 37; Salernitana, 34; Perugia, 35; Cittadella, Cosenza, 33; Ascoli, 29; Cremonese, 27; Venezia, 26; Foggia, Livorno, 23; Crotone, 22; Carpi, 21; Padova, 19

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *