La Strega vola in Friuli con qualche rammarico

Nel calcio non esistono, è noto, i se e i ma, ma recriminare sulla sconfitta di Cosenza fa rammaricare, oltre quei due avverbi.

Con la vittoria a Cosenza, coi risultati visti oggi, Letizia e compagni sarebbero primi in classifica unitamente alla Cremonese che ha avuto ragione, contro uno spigoloso Cosenza per 3 a 1.

Se non si può recriminare, sicuramente si può affrontare con altro piglio i prossimi incontri, se si vuol tentare l’Italo per la A.

Ed è bene chiarire che il 4 a 1 di Lignano Sabbiadoro, contro il Pordenone, non è stato che solo qualcosa in più di un allenamento, trattandosi di gara ufficiale di campionato. Forse c’è da rimproverarsi per la rete subita.

La gara mai ha avuto una storia, solo supremazia giallorossa, contro un avversario oramai retrocesso.

Il tabellino delle reti segnate porta i nomi di soli due giocatori che si sono divisi il bottino con due doppiette.

Già al 2′ minuto la gara si metteva sul binario preconfezionato dalla differente statura tecnica delle squadre in campo. Gran cross di Farias in area da sinistra e Moncini tutto solo infilava di testa il pallone in rete. 0 a 1.

Sedici minuti dopo, lo stesso Moncini imbeccato da Acampora, si girava e con un tocco rasoterra infilava l’incolpevole Bindi. 0 a 2.

Si doveva arrivare però al 67′ per trovare la terza rete. Ed era Farias a entrare nel tabellino dei marcatori. Il giocatore giallorosso, servito da Tello, prende spazio a Zamparini e con una bella giocata di destro a giro mette il pallone nel sacco. 0 a 3.

Dopo soli cinque minuti (72′) su di un servizio di Forte, Farias defilato rispetto alla porta avversaria inventa un tiro a giro che Bindi riesce solo a sfiorare. Il pallone gonfia la rete per lo 0 a 4.

Da recriminare solo per la rete di Gavazzi all’86’, forse per una dormita della difesa, che raccoglie un pallone da Cambiaghi. E con un perfetto rasoterra infila Paleari. 1 a 4 risultato finale.

Una piccola gioia per le due doppiette, ma non di più.

Le pagelle: in genere quando la squadra vince vincono tutti, ed in pratica nessun giocatore è al di sotto della media. Solo da sottolineare che quelle pagelle vedono per la prima volta oltre la sufficienza proprio Farias. A Paleari spettatore non pagante e raccattapalle per destinazione, sulla rete subita, dove non ha colpe.

L’appuntamento è ora per il prossimo lunedì, 25 aprile, contro la Ternana. Gli Umbri sono a centroclassifica e contro il coriaceo Frosinone si sono esaltati raggiungendo uno spettacolare pareggio 4 a 4 contro il laziali, raggiunti solo nell’extratime.

Da annoverare il pari tra Monza e Brescia (1 a 1) e la sconfitta del Lecce a Reggio Calabria per 1 a 0.

(g.b.)

I RISULTATI DELLA XVII GIORNATA DEL GIRONE DI RITORNO
SPAL – CROTONE 1-1
VICENZA – PERUGIA 1-2
PORDENONE – BENEVENTO 1-4
TERNANA – FROSINONE 4-4
CREMONESE – COSENZA 3-1
PARMA – ASCOLI 0-1
CITTADELLA – ALESSANDRIA 1-2
CROTONE – TERNANA 1-2
PISA – COMO 3-1
MONZA – BRESCIA 1-1

LA CLASSIFICA
Cremonese, 66; Lecce, 65; Monza, 64; Benevento, Pisa, 63; Brescia, 62; Ascoli, 58; Frosinone, 55; Perugia, 52; Cittadella, Ternana, 48; Parma, Reggina, 45; Como, 44; Spal, 35; Alessandria, 32; Cosenza, 28; Vicenza, 25; Crotone, 22; Pordenone, 17.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display