Nuova viabilità Rotonda dei Pentri – Via dei Longobardi

L’asse di collegamento Rotonda dei Pentri-Pezzapiana-Via Dei Longobardi si farà, ma non saranno né Comune e né Regione ad attuarla.

Quella idea e quella mezza realizzazione rientravano nel progetto “Zamparini”. In pratica, una delle poche cose regolarmente pagate dell’imprenditore siciliano. Sì, perché, sul  progetto e realizzazione, fu regolarmente pagata la bella cifra di un milione e mezzo di euro. Ma di quella somma non si ha contezza della sua destinazione, poiché l’opera iniziata non fu mai portata a termine. Quel tratto di strada parte dalla Rotonda di Padre Pio ma termina, amaramente, da venti e passa anni, all’altezza della sede della GLS ,con una barriera. Il perché quel breve tratto, seppur interessato dallo scavalcamento delle linee ferroviarie, non fu mai portato a termine, non è dato sapere. Calcoli sbagliati, soldi volatilizzati non ne permisero il completamento.

In questo lungo periodo, spesso sono venute fuori idee di realizzazioni impossibili, come il sottopasso dei binari. Unica proposta venne proprio dalle FS allorquando, nella costruzione della tratta Vitulano-Apice, per l’AV, proposero al Comune di realizzare un “qualcosa” che eliminasse almeno i due passaggi a livello, contigui, delle tratte BN-FG e BN-CB.

Un accordo in merito è stato stipulato nelle scorse settimane, tra FS e Comune di Benevento, e gli interventi saranno a tappeto lungo via Paga, e via Valfortore.

Ma, anche allora, fu un buco nell’acqua.  Evidentemente mancava il tornaconto alla politica.

Ora sembra che quella realizzazione sia in via di completamento.

Non scenderanno in campo Comune, Regione, eccetera, ma solo le Ferrovie dello Stato.

La realizzazione dell’Alta Velocità/Alta Capacità non prevede l’esistenza dei passaggi a livello, per cui giocoforza dovranno essere eliminati ed al loro posto completata l’ asse di raccordo con Pezzapiana.

In primis, il passaggio a livello BN-AV sarà eliminato, con una drastica chiusura al traffico, la costruzione di un sovrapasso pedonale, diventando quell’area strada senza uscita sia da via  XXV luglio che sul suo prosieguo dove insiste la Sidersan.

Per gli altri due passaggi a livello, soluzione di sovrapasso dei binari con raccordo all’area di Pezzapiana a completamento della strada già esistente.

Una operazione targata FS in definitiva poiché…….bisogna andare avanti con l’AV/AC………

In chiusura, una piccola annotazione sul progetto di intervento di collegamento verso la Rotonda dei Pentri. Una strada che, pare, non tagli dritto verso il suo raccordo con  l’opera già esistente, ma un piccolo tortuoso “girocavallo”. Del perchè non è dato sapere. Proprietà difficili da espropriare? Passaggi a raso davanti a fabbricati esistenti?

Sicuramente non una strada diritta,,,,,,,,ma con curve…….more solito!

(geppinopresta)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display