I giallorossi archiviano anche la pratica Pordenone e conservano i 17 punti di vantaggio sulla seconda in classifica

Il Benevento chiude la pratica Pordenone con un 2 a 1, con rete di Viola (splendida la palombella alla Corso su calcio di punizione) e di Insigne.
Ma poi rimette in bilico il risultato al 91′ con la rete degli ospiti da parte di Bocalon su splendido assist di Misuraca che beffa lo splendido Montipò.
Una vittoria, la prima in questa seconda parte del campionato dei giallorossi al Ciro Vigorito, dopo i due pareggi contro Pisa e Salernitana.
Una gara difficile; l’aveva sottolineato in conferenza stampa Inzaghi e tale è stata, soprattutto da parte di uno splendido Pordenone, matricola di questo campionato di B, e per i toni un po’ troppo rilassati dei giallorossi.
I friulani partono a testa bassa con capitan Maggio e compagni che non sembrano avere il ritmo buono.
All’11’ la prima avvisaglia con Montipò chiamato ad una parata super su di un sinistro di Tremolada da fuori area.
Dopo cinque minuti è però Moncini ad avere una grossa occasione su passaggio di Improta, colpisce di testa ed  il pallone lambisce il palo.
Poi una fase alterna dall’una e dall’altra parte senza impensierire più di tanto i due portieri.
Al 37′ esplode lo stadio per la stupenda punizione, calciata da Viola a palombella che supera la barriera e si infila sul set alla sinistra di Di Gregorio.
Nella ripresa al 48′ Moncini cerca la rete a botta sicura da distanza ravvicinata ma Di Gregorio riesce a trattenere il pallone.
Bisogna arrivare al 56′ per vedere un colpo di testa di Sau, dimenticato dai difensori avversari, ma il pallone supera la traversa.
Al 60′ il raddoppio del Benevento con Insigne che con un passaggio radente, da posizione angolata, calcia di forza ed il pallone entra in rete radendo la traversa.
Inizia poi la sagra delle sostituzioni e Inzaghi immette Del Pinto per Sau.
Al 68’ l’occasionissima capitata agli ospiti con una discesa di Strizzolo che imbecca Ciurria in piena area e che tira a botta sicura ma il pallone finisce sul palo e, nel rimbalzo, attraversa tutta la linea di porta  giungendo tra i piedi di Bocalon che a colpo sicuro si vede respingere il tira da Montipò. Ma il tutto, come hanno dimostrato le immagini televisive era viziato da un fuorigioco di Ciurria.
Al 78′ fuori Moncini e dentro Coda. All’82’ Montipò a valanga sui piedi di Bocalon sventa un’altra occasione.
Il Pordenone cerca di riaprire la partita, ma all’89’ Inzaghi tira fuori Insigne per il giovanissimo Di Serio.
Poi, un minuto dopo, la rete di Bocalon che riapre il gioco, ma il Benevento tranquillamente gestisce i 4 minuti, arrivati a 6, di extratime.
Tutto sommato una gara difficilissima con un Benevento privo di cinque  titolari tra infermeria e fermate disciplinari, e con distacco invariato con la seconda in classifica, lo Spezia.
Riesce ad avvicinare la meta raccogliendo un altro risultato positivo di fronte ai suoi tifosi che hanno voluto ricordare Carmelo Imbriani con una stupenda coreografia.
Il Benevento sabato prossimo è atteso a Chiavari contro l’Entella. La marcia continua. (g.b.)

I RISULTATI DELLA XXIV GIORNATA (V di ritorno)
Pescara – Cittadella 1-2
Benevento – Pordenone 2-1
Juve Stabia – Crotone 3-2
Livorno – Cosenza 0-3
Venezia – Entella 2-2
Spezia – Ascoli 3-1
Cremonese – Trapani 5-0
Frosinone – Perugia 1-0
Empoli – Pisa 2-1
Chievo – Salernitana 2-0

LA CLASSIFICA
Benevento, punti 57; Spezia, Frosinone, 40; Crotone, 37; Salernitana, Cittadella, Pordenone, 36; Entella, 35; Chievo, 34; Empoli, Perugia, 33; Pescara, Juve Stabia, 32; Ascoli, 31, Pisa, 30; Venezia, 28; Cremonese, 26; Cosenza, 23; Trapani, 19; Livorno, 14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *