Con argomenti non convincenti, la senatrice Ricciardi smentisce “Il Mattino”, la collega Lonardo e il segretario Dem, Carmine Valentino

Quando abbiamo stilato il pezzo “I CITTADINI DI SANT’AGATA HANNO SCONFITTO LA DEMAGOGIA PENTAMASTELLIANA”, pubblicato il primo di giugno, nel parlare dei 9 milioni finiti nella disponibilità della Provincia per il congiungimento della fondo Valle Isclero all’Appia, consistente nella realizzazione di 1.800 metri di strada, abbiamo riportato anche la parte del comunicato con la cui la senatrice Sabrina Ricciardi informava che “entro il mese di giugno 2019 verranno consegnati i lavori del 1° lotto, 2° stralcio riguardante la variante all’abitato di S. Marco dei Cavoti”. In merito a questo comunicato abbiamo parlato del modo come la senatrice Ricciardi sia adusa ad impossessarsi delle iniziative altrui, dal momento che la realizzazione di quella variante e di tutta la Fortorina porta il nome di Umberto Del Basso Caro, come pure portano il nome del sottosegretario alle Infrastrutture del governi Renzi e Gentiloni, tutte le altre opere che, finanziate dal MIT, riguardano la provincia di Benevento. In particolare, perché fermi alla informazione dell’ultima conferenza stampa di Deputato dem, quella relativa allo svolgimento delle Primarie del Pd, nella quale Del Basso De Caro disse che, superato lo scoglio frapposto dalla corte dei Conti,  entro l’anno dovrebbero essere appaltati i lavori per il raddoppio della Telesina.

Solo dopo aver inviato alla redazione del giornale il suddetto pezzo, siamo venuti a conoscenza dei comunicati della senatrice Alessandrina Lonardo e del segretario del Pd, Carmine Valentino, secondo i quali il governo pentaleghista avrebbe bloccato i lavori relativi alle opere stradali da realizzare in provincia di Benevento.
Entrambi i comunicati parlano del rinvio dei cantieri in Campania di 1,675 miliardi, un finanziamento, questo, che comprende anche la Telesina, il cui raddoppio dovrà attendere ancora un anno. Addirittura, per il completamento della Fortorina, l’avvio dei lavori, già appaltati, ricorda Valentino, verrebbe rinviato sine die.Altro che superamento dell’abitato di S.Marco dei Cavoti. Stessa sorte subirebbe l’avvio dei lavori del primo lotto della superstrada Benevento-Caserta, già finanziata per un valore di 48 milioni di euro.
“Questo governo”, scrive Valentino, “più che la riattivazione dei cantieri, pare ne abbia varato il perenne rinvio e blocco. Tra l’altro proprio ieri autorevoli rappresentanti parlamentari pentastellati annunciavano al mondo che a fine giugno sarebbero partiti i lavori della Fortorina, opera appaltata lo scorso autunno e ferma per non precisate ragioni”.

Valentino, nell’additare il “litigio quotidiano” e il “nullafacentismo” a questo governo, fa riferimento al comunicato della senatrice Ricciardi, di cui abbiamo dato notizia nel citato pezzo. La senatrice pentastellata, però, in un lungo comunicato, nel quale invece che parlare delle inadempienze del suo governo, sostiene, smentendo finanche Il Mattino, che “non è stato disposto alcun rinvio”, sicché “l’allarmismo che si registra è ingiustificato e ingiustificabile ed è strumentale in quanto alimentato, guarda caso, da coloro che in questo momento sono in grande difficoltà sul piano del consenso popolare e cercano di ergersi a difensori di un territorio che in 30 anni, hanno loro stessi distrutto, isolato e depauperato”.
Ovviamente, queste affermazioni, scritte da una esponente di una forza politica che nel Sannio è scesa, dal 44% delle ultime politiche del 2018, al 27% delle europee del 2019, avrebbero potuto meritare l’applauso dei sostenitori della senatrice, se fatte, con enfasi, in un comizio, ma non certo la condivisione di chi sa come è messo il M5S anche dalle nostre parti. Nel lungo comunicato, la Ricciardi parla addirittura di un aumento degli investimenti, passati, a suo dire, da 23,4 miliardi a 29,9 miliardi, destinati a manutenzione, adeguamento e messa in sicurezza di strade(15,9 miliardi) nonché a nuove opere (14 miliardi). Ma gli investimenti salirebbero poi a 32,8 miliardi, poiché si aggiungerebbero 2,8 miliardi del fondo investimenti istituito con la legge di bilancio 2919. Ma si tratta di investimenti da spalmare su tutto il territorio nazionale, riguardanti anche alcune infrastrutture per le quali “c’è stata la riprogrammazione temporale dovuta al lungo iter approvativo delle stesse, che le norme del Dl Sblocca cantieri potranno contribuire ad accelerare”.
Quindi, ciò che ha riportato Il Mattino, dopo che avevamo inviato il suddetto  pezzo in redazione,  “rappresenta una verità distorta, mistificata”, poiché “la situazione è prettamente aderente a quanto riportato dalla sottoscritta nell’intervento di qualche giorno fa (quello di cui noi abbiamo dato notizia nel citato pezzo – ndr) in seguito all’incontro avuto presso il MIT, che qualche organo di informazione locale ha omesso artatamente di pubblicare”. Insomma, gli avversari , “possono dire ciò che vogliono , ma i tempi di realizzazione sono quelli enunciati da me e non è stato disposto alcun rinvio”. Parola di Sabrina Ricciardi, che però non ha spiegato i tempi della “riprogrammazione”.
Giuseppe Di Gioia

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *