“Polvere di stelle” e “Microfono d’oro - Città di Benevento”


“Il 18 Dicembre al Teatro Massimo autori e cantanti di tutta Italia al Primo Microfono D’oro-Città di Benevento”. Dilettanti provenienti dalle varie regioni della penisola interpreteranno canzoni inedite di autori del luogo, scritte appunto per la manifestazione. Si apprende, intanto, che al comitato sono pervenute le adesioni dei seguenti cantanti: Mario Provera (Alessandria), Claudio Svizzero (Milano), Sandra Ritirata (Genova), Rita Pastonchi (Arezzo), Gabri Bonfichi (Viareggio), Angela Pignatelli (Taranto), Lena Castj (Lecce), Roberto Chiurla (Bari), Mady Di Ceglie (Brindisi), Beniamino Reitano (Reggio Calabria), Anna Cortese (Catanzaro), Annamaria Pennella (Roma), Antonio Colacci (Campobasso), Maria Suobona (Caserta), Alfio Bruni (Napoli), Maria Rosaria Cappelli (Avellino), Midy (Benevento), Luisa Micco (Benevento), Antonietta Scirè (Palermo), Tony Tagliuzzi (Cagliari), Giovanni Iannace (Salerno). I concorrenti saranno accompagnati dall’orchestra “The Forgers” diretta dal maestro Geppino De Masi, rafforzata per l’occasione da quattro elementi e dal rinnovato complesso “The Marines” diretto dal maestro Pino Salzano, al quale è stato affidato il compito di accompagnare, nel fuori programma, i cantanti beneventani: Andrea Principe, Romolo Fiore, Franco Pepe, Salvatore Zitani, Gino Mercurio, Mary Ventura, Vittoria Piccolo, Pino D’Arienzo, Pino Bove, Stanislao Porcelli, Salvatore Caso, Michele Lepore, Esmeralda Coppola, Michele Principe.
Ferve, intanto, la gara fra le aspiranti presentatrici dello spettacolo: Anna Maria Calicchio e Maria Rosaria Delli Carri. I cantanti interpreteranno canzoni di prestigiosi autori beneventani, quali: Alfredo Salzano, Alfredo Gramazio, Geppino De Masi, Pino Salzano, Gigi Giuliano, Enzo D’Agostino, Carmine Zollo, Renato Marotti, Antonio Esposito, Ismaele Forner, Amedeo D’Aronzo, Michele Violante, Michele Marchese, Cosimo Minicozzi, Luigi Sibilio, Giuseppe Pellegrino. Presiede la commissione selezionatrice il maestro Alfredo Gramazio, che dovrebbe figurare anche quale direttore d’orchestra il 18 dicembre prossimo. La regia è affidata a Edoardo Caselli. La scenografia è del prof. Severini e di Tommaso Rossi (montaggio). Con il patrocinio dello studio Fototriplex.”
Così riportavano “ Il Messaggero”, “Roma”, “Il Mattino” di quel novembre del 1961. Mentre “ Il Mattino” di mercoledì 22 novembre: “Maria Rosaria Delli Carri, presentatrice della manifestazione Primo Microfono D’oro-Città di Benevento”.
“L’avvenente studentessa del terzo anno dell’Istituto Magistrale prevale sulla concorrente. Compiuti passi presso la Direzione Generale RAI, perché lo spettacolo venga ripreso direttamente” – da “ Il Messaggero” del 24 novembre.
Ma dai caffè e ritrovi cittadini, notizie contraddittorie, scettiche, pessimistiche tennero banco: “Pare che non ci sarà l’orchestra del maestro Alfredo Gramazio e nemmeno quella dei maestri Alfredo Mottola e Franco Tucci”, così “U’ Russulillo”. “E l’orchestra di Marcianise di Mario Lasco? Chissà!!!”
“Però vedrai la registrazione della RAI. Chissà che soddisfazione! Vedrai come saremo orgogliosi della TV o della radio! Vedrai, vedrai!!!” parlò così con voce roca “Fasulillo”.
Sicura, invece, la partecipazione del popolare comico Tonino Tresca, del tenore Luigi Sibilio e delle sfilate delle “signorine grandi forme”, le vallette: Titina Medici, Eva Giliberti, Antonietta Soreca, Elisa Aversano, Letizia Ricciardi, Anna Intorcia, Palma Mastrocinque, Lina Tufo.
Teatro Massimo, 18 dicembre 1961 - ore 24.
“CON LA VITTORIA DEL PRIMO MICROFONO D’ORO- CITTA’ DI BENEVENTO, LUISA MICCO CONQUISTA DEFINITIVAMENTE IL TITOLO DI “REGINA DELLA CANZONE”.
Vinse con “Chitarrata” di R. Marotti- G. De Masi.
Ricordo che un mare di fiori inondò il camerino di Luisa. Eppure, in questo concorso non sconfisse solo la Pastonchi, ma anche la Cappelli e Midy, voci per le quali gli esperti prevedevano una carriera musicale ricca di successi. Il pubblico del “Massimo”, elegantissimo e attento, pretese dalla piccola Anna Maria Pennella il bis di “Silvanita”, paso-doble di E. De Rimini - A. Salzano.
Del giovane pianista Gigi Giuliano ricordo l’originale rumba – rock “Non so”, su versi di E. De Rimini, interpretata da Mady Di Ceglie, medaglia d’oro RAI e vincitrice de “Il Buttafuori”.
Carattere ed esperienza portò nelle sue interpretazioni Andrea Principe, nel fuori programma, ma si distinsero Gino Mercurio, Pino D’Arienzo, Franco Pepe, Romolo Fiore, Michele Principe e la vivace Vittoria Piccolo in “M’ha baciata”. Suggestiva e struggente, Maria Rosaria Cappelli in “Nulla rimpiangerò”.mForti consensi per gli arrangiamenti a Geppino De Masi e Pino Salzano.
La prima fila venne occupata dagli appassionati di musica, tra i quali figuravano i prestigiosi maestri Pino Rosiello, Italo Cammarota, Raffaele Russo, Raffaele D’Elia.
Seguivano la manifestazione canora l’avv. Luigi Vessichelli e il dott. Alfredo D’Ambrosio per “Il Mattino”; il dott. Aldo Gambatesa per il “Roma” e il corrispondente de “Il Messaggero”.
Il giorno 19 un ricevimento si tenne a Palazzo Paolo V, voluto dal Sindaco prof. Mario Rotili e negli splendidi saloni della Rocca dei Rettori, sede dell’Amministrazione Provinciale, dove tutti i partecipanti del “Primo Microfono D’Oro” furono ricevuti dal dott. Pasquale Saponaro.
COME SI CONVIENE AI PROTAGONISTI DELLA MUSICA A BENEVENTO.
“…Felici tutti cantano anche il jazz loro capiscono e sanno cos’è il whisky e il suono dei juke – box…”
* Omaggio ai protagonisti del “Primo Microfono D’Oro”

Enrico Salzano

L’articolo “oggetto di studio” è riportato nella tesi di laurea sulla musica locale, discussa brillantemente da uno studente della facoltà di “Scienze delle comunicazioni” presso l’Università “La Sapienza” di Roma.

Torna all'indice