BENgio's story


L’avventura del “BENgio Festival” inizia nel Dicembre del 1995.

L’idea nasce da Gigi Giuliano, un coraggioso grande appassionato di musica, che negli anni ’60 e ’70 ha caratterizzato con il pianoforte la musica a Benevento.
Il “BENgio Festival” è riservato ai giovani autori, musicisti ed interpreti della musica leggera.
Alle 21,00 del 7 Dicembre gli spettatori dell’Auditorium Calandra ascoltano l’annuncio di Rosaria Renna, Patrizio Amabili e Maria Laura Veneziano: “Prima edizione del BENgio Festival, concorso nazionale per giovani cantautori e interpreti di musica leggera.” Direzione artistica di Gegè Telesforo. Arrangiamenti e direzione d’orchestra del Maestro Alterisio Paoletti. Ospiti importanti, tra i quali: Tiziana Rivale, Marco Masini. Dodici interpreti anche nelle serate dell’8-9-10-14 sfilano sul palcoscenico. Alle 24,00 circa Rosaria Renna proclama: “Vince il festival Francesco Cavuoto, secondo Eughenia, terzo Notturno Concertante.”
Il successo è immediato: “Castrocaro del Sannio” – “Gegè Telesforo: la mia vita è la musica”. Così la stampa specializzata.
1996 – “BENgio Festival- Seconda edizione”.
Non è stato un anno di euforia per l’organizzazione PROMOARTE, ma di rinnovato impegno e sacrificio. E con la direzione artistica di Telesforo, la direzione d’orchestra di Paoletti e la presentazione di Rosaria Renna, nei giorni 5-6-7-8 Dicembre al Calandra si danno battaglia i concorrenti. Ospiti delle prime tre serate: Rossana Casale, Alex Baroni, Paolo Belli, e Francesco Baccini nella serata conclusiva. La giuria decreta al primo posto Federica Tanzilli, al secondo i Tinturia e Ivan Paradisi al terzo.
Scrivono: “Il Festival piace e anche l’orchestra del Maestro Paoletti.”
1997 – “BENgio Festival- Terza edizione”
Quest’anno una novità: il “BENgio village” dove per 10 giorni, artisti locali e non, si esibiscono nello spazio antistante l’Auditorium Calandra. Il BENgio Festival acquista una maggiore credibilità, anche perché le altre manifestazioni sono in affanno.
La manifestazione dicembrina si riconferma nei giorni 5-6-7-8, con la squadra: Telesforo, Paoletti, Renna e con gli ospiti: Alex Baroni e Enzo Avitabile.
Vince Eleonora Pagliaccia; seconda Anna Bonomolo; terza Silvia Capra. Premio “Miglior testo” a Stefania Attadio. Gigi Giuliano mette nel suo carniere anche questa preziosissima “preda”.
Dicono i giornalisti: “Successo del “Bengio Notte”, con Alfredo Salzano e Lino Trotta di TV7”.
1998 – “BENgio Festival- Quarta edizione”.
La marcia trionfale della manifestazione artistica continua. La PROMOARTE ripercorre la strada già tracciata, con il direttore artistico Gegè Telesforo, il Maestro Alterisio Paoletti e Rosaria Renna, conduttrice. Presenti Match Music e RDS, che realizzano uno special televisivo. Torna il “BENgio village”. Ospiti con altri: Annalisa Minetti e Alex Baroni.
Vincono i Mutamente, secondi i Mamama e terzi i Libra.
La stampa: “Rasenta la perfezione l’organizzazione del “magnate” della musica, avv. Luigi Giuliano, affiancato dall’addetto stampa Alfredo Salzano e dalla competente Maika Aiezza.” “E’ davvero la passione che ci spinge” dichiara Gegè Telesforo.
1999 – “BENgio Festival- Quinta edizione”
“Anche la quinta scommessa è andata… Il BENgio rappresenta ormai un evento irrinunciabile nel panorama musicale nazionale. Perché curato da un’organizzazione pulita e seria”, dicono Eleonora e Francesca Giuliano nel presentare il libretto.
Presenti RDS e TV7, con la solida triade Telesforo, Paoletti, Renna.
Il 3 Dicembre la manifestazione artistica è presentata durante un “talk-show”, mentre il 4-5-6-7 la vera e propria gara. Gli ospiti: Massimo Di Cataldo, Alex Baroni in concerto, Enrico Brignano.
Chiaroscuro, OK band e Ornella Di Domenico si classificano rispettivamente primi, secondi e terza. Ornella Di Domenico conquista anche il premio “Miglior testo”; “Migliore interpretazione” a Vittorio D’Alessandro; a Giorgio Stefanelli il premio “Proposta più originale”. Conclude ogni sera il “BENgio notte” con Alfredo Salzano e Lino Trotta, su TV7.
I quotidiani: “Il lavoro svolto in questi anni è premiato da consensi di critica e pubblico”.
2000 – “BENgio Festival- Sesta edizione”.
Aria di rinnovamento al festival. Gino Rivieccio è il nuovo conduttore, affiancato da Denny Mendez. Renato Giordano subentra a Gegè Telesforo nella direzione artistica. Fermo al suo posto l’ottimo Maestro Alterisio Paoletti. Gino Rivieccio conduce gli spettacoli del 7-8-9-10 in modo dinamico, estemporaneo, con interventi d imitazioni. Un successo personale, il suo.
Presenti gli ospiti: Tony Esposito, Marco Zurzolo, Valentina Persia.
Vincono i Nadir, seconda Clarissa Vichi e terzi gli Stunk Funk. Il “Miglior testo” va a Ornella Di Domenico; “Migliore interpretazione” ai Libra.
Conclude il solito appuntamento il “BENgio notte”, condotto da Alfredo Salzano e Lino Trotta.
“Con l’edizione appena conclusa del BENgio – anticipa Gigi Giuliano – abbiamo concluso un ciclo ed aperto un modo nuovo di presentare il concorso.”
2001 – “BENgio Festival- Settima edizione”.
Popi Fabrizio è il nuovo direttore artistico; il Maestro Alterisio Paoletti è l’arrangiatore e il direttore della “BENgio orchestra”.
6-7-8 Dicembre il Festival. Ed è finalmente RAI, con le scenografie di Luigi Dell’Aglio; autore Carlo Rinaldi; regia di Gianluca Staffa di RAI 2. Ma anche RAI 3 è presente, con interviste e riprese in diretta. Pertanto viene operata la scelta dei conduttori che viene indirizzata su Federica Panicucci e Max Novaresi. I big ospiti alle serate sono: Umberto Tozzi, Pietro Condorelli, Aleandro Baldi. Collegamenti televisivi su TV7, coordinati da Alfredo Salzano.
La giuria di qualità, coordinata da Claudio Mattone, si esprime solo l’8 Dicembre, individuando il vincitore del “BENgio Festival” in Valerio Di Rocco; Elisa Pinelli al secondo posto e Clarissa Vicki al terzo. “Migliore interprete” Francesca Borsini; “Miglior testo” Daniele Salvatore Giordano; “Migliore canzone” Anna Ragozzino.
“Dedico questa edizione alla memoria di mio padre, grande “tifoso” del BENgio”, così in chiusura Gigi Giuliano.
La PROMOARTE è intenzionata ad offrire migliori opportunità ai giovani talenti e dar vita a qualcosa di duraturo per la città… e non solo.
2002 – “BENgio Festival- Ottava edizione”
Con la direzione artistica di Popi Fabrizio e con l’inedita coppia Dario Salvatori-Eleonora Neri, presentatori, riapre l’11-12-13-14 Dicembre l’Auditorium Calandra. Arrangiamenti e direzione d’orchestra di Alterisio Paoletti.
“RAI 2 conferma la sua presenza anche per questa edizione, con la presenza di Rita Vicario, regista” dichiara, nella presentazione del libretto ufficiale del BENgio, Popi Fabrizio.
Tantissimi ospiti appaiono nelle serate: A. Baldi, E. Bennato, V. Di Rocco, Clarissa Vicki, Rossana Casale, Francesca Borsini. Al termine di ogni serata è di scena su TV7 il “BENgio notte” con Alfredo Salzano e Lino Trotta, Mario Del Grosso, regista. Vincono il primo posto, ex aequo, Massimo Bertacci e Claudia D’Ulisse, seconda Stella Rotondaro, terza Pamela Pau. Premiata Ara per il “Miglior testo”; Serena Vella per la “Miglior interpretazione”; Andrea De’ Balsi per la “Miglior canzone”.
I commenti della stampa: “In cattedra la “BENgio orchestra”, diretta dal Maestro Paoletti, ormai elemento insostituibile del Festival.”
2003 – “BENgio festival- Nona edizione”
Concorso internazionale per cantautori ed interpreti di musica leggera: il Festival delle giovani promesse diventa internazionale.
Nella presentazione del libretto, Dario Salvatori scrive: “E’ con grande soddisfazione che assumo l’incarico di direttore artistico del BENgio Festival, che ho sempre seguito come giornalista, conduttore radiofonico e l’anno scorso come presentatore. Il mondo della musica leggera, in crisi per la vendita dei dischi ma anche per mancanza di credibilità, ha bisogno di una manifestazione come il BENgio Festival, in grado fin da ora di fornire quei prodotti di vivaio artistico e di ricambio cultural-musicale, al fine di assicurare creatività e nuova linfa vitale ad un settore in evidente affanno.”
Presentano il concorso Gino Rivieccio, Caterina Balivo, Lino D’Angiò. Arrangiamenti e direzione d’orchestra di Alterisio Paoletti.
Auditorium Calandra – 5 Dicembre: “Talk-show” di presentazione, con personaggi della politica e dello spettacolo.
6-7-8 Dicembre: la gara. Ospiti: Nino Buonocore, Neri per caso, Cesare Nassirio, Pietro Condorelli, Antonio e Michele, Equivoci.
Vince Yulia Priadko, seconda Eleonora Pagliaccia, terzi Ambra Fasano e Andrea Diletti ex aequo. Premiata per la “Miglior interpretazione” Veronica Cutonilli; per la “Canzone inedita” D’Aria; premiato dalla direzione artistica il gruppo musicale
“I cartoni animali”; “Miglior testo” ad Andrea Diletti, assegnato da un’apposita giuria, presieduta, sin dagli esordi del festival, dal dott. Alberto Abbuonandi e composta dall’avv. Antonio Cappa e dal dott. Giovanni Barricella.
Riprese televisive del regista Lino Volpe. Dopo la mezzanotte di ogni serata, il “BENgio notte” in diretta, con Alfredo Salzano e Lino Trotta di TV7. Regia Mario Del Grosso.
Soddisfazione del direttore artistico Dario Salvatori e dell’organizzatore avv. Luigi Giuliano.
“Anche la nona edizione della kermesse della rassegna è stata di grande spessore artistico”; “Il BENgio parla ucraino”; “Il Festival beneventano vinto da Yulia Priadko, con “Tu sei nel mio destino””; “Gli artisti cantano dal vivo con l’orchestra diretta dal maestro Paoletti”.
2004 – “BENgio Festival- Decima edizione”.

Enrico Salzano

Torna all'indice