Ennesima sconfitta del Benevento…il copione si ripete

Frosinone-Benevento 1 a 0. E’ questo il risultato finale di una gara che, tutto sommato, il Benevento fino al 78′ aveva comunque tenuto testa ai primi della classe.

Anzi se al 28′ KaouaKibi avesse concluso la sua bell’azione con la rete del vantaggio, sicuramente la gara avrebbe preso altro andamento.

Purtroppo, quella è stata l’unica vera azione giallorossa. Alla fine della gara , vi è stato  un solo dato positivo, quello del possesso palla.

Un possesso che non giova alla squadra ed al gioco del calcio.

La squadra continua a non fare gioco, continua a tenere a spasso gli attaccanti, a non accorciare e cercare quantomeno la velocità  di un contropiede.

Poi ci si mette anche un decisione arbitrale, che sembra anch’essa non troppo fortuita se il pallone tocca il braccio disteso di Foulon, dopo vari rimbalzi tra un mucchio di giocatori. L’arbitro Barone è talmente sicuro che non va a vedere le immagini. Poi sulla battuta di Borrelli, Paleari si distende “un’ora prima” sulla sua destra ed il giocatore di casa ha facile realizzazione, battendo centralmente e non forzando il calcio.

Una sconfitta anch’essa amara, poiché oltre alle lacune evidenziate da sempre, spesso e volentieri, ci si mette la sfortuna, che, in questo caso, rende più amara l’ennesima sconfitta.

Il calciomercato chiude tra due giorni e il Benevento, dopo Pettinari, che ha giocato tutti i novanta e passa minuti, e Tosca (un altro nuovo acquisto), dovrebbe cercare qualcosa d’altro, per ripartire e  salvare la stagione.

Difficile è il compito per Foggia, problematico per Cannavaro.

Sabato 4 febbraio alle 14 al Vigorito ci sarà  il Venezia, sperando che sia un altro giorno.
Certo ora come ora la situazione è precaria, la classifica amara, ma la speranza è l’ultima a morire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display