Sant’Agata de’ Goti – Nota dei gruppi consiliari del PD e dei Goti

“Gli eventi meteorologici di oggi, certamente, non sono più quelli di una volta e la natura lo ha già dimostrato con i diversi eventi alluvionali che hanno interessato la nostra provincia negli ultimi anni. Per tali ragioni la manutenzione e la messa in sicurezza dei luoghi e dei nostri territori deve essere una priorità e per quanto riguarda il cimitero, l’amministrazione comunale di Sant’Agata de’ Goti nel 2016/2017 mise a punto un progetto definitivo innovativo di finanza proprio per intervenire sulla sua messa in sicurezza e non solo. L’area crollata ieri era stata, infatti, oggetto di accertamenti anche da parte del Genio civile di Benevento nel 2018/2019 che monitorava costantemente la situazione. Il  nostro progetto, definito nella procedura, è stato però ritenuto “improcedibile” da chi si è susseguito al governo cittadino. Il progetto è stato difatti “bocciato e annullato” dalla attuale giunta comunale nel novembre dell’anno 2021, senza individuazione di altre soluzioni che nel frattempo si erano rese sempre più urgenti a causa del peggioramento della struttura che proprio nel 2021 si è inclinata enormemente verso il Vallone.

LE SOLUZIONI ERANO STATE INDIVIDUATE, DEFINITE MA SI È PREFERITO NON ATTUARLE.

Questa la verità! E chi oggi, senza vergogna, tenta di occultare i fatti generalizzando le responsabilità e dicendo che i problemi provengono dal passato, dopo metà mandato ormai consumato, usa scuse non più utilizzabili. Visti anche i continui atti e interrogazioni prodotti da parte nostra così come i solleciti da parte dei cittadini, la tragedia di oggi si poteva e si doveva evitare!È un atto dovuto, pertanto, la nostra richiesta di un Consiglio Comunale sull’argomento, sede preposta per discutere i problemi della Comunità e le scelte che vengono adottate per il bene comune. Un problema grave della Comunità viene analizzato e vengono individuate eventuali responsabilità  politiche.In altre opportune sedi vengono analizzate e individuate responsabilità personali e/o collettive  in ordine a “negligenza” che hanno procurato grave danno materiale e/o d’immagine alla “Comunità” santagatese, ancora una volta mortificata e “messa in ginocchio” senza assunzioni di responsabilità di chi avrebbe il dovere di assumerle. Atteggiamenti vergognosi, che meriterebbero altre conclusioni, ma questo appartiene alle (non) sensibilità dei singoli!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display