Workshop il 6 dicembre a Benevento sui “Patti educativi di comunità” 


Martedì 6 dicembre 2022, alle ore 10.00, presso l’Auditorium Spina Verde – “A.Tanga” – via Salerno, Rione Libertà (Benevento), si terrà il workshop “Patti educativi di comunità”, organizzato dal nodo territoriale di Benevento del Progetto PFP – Progetti Formativi Personalizzati con Budget Educativi.

I patti educativi di comunità sono uno strumento fondamentale, introdotto dal Ministero dell’Istruzione, per dare alla comunità la possibilità di lavorare insieme per prevenire e combattere la povertà educativa e la dispersione scolastica, fenomeni sempre più in crescita.

Il Workshop si aprirà, dalle ore 10.00, con un’introduzione e presentazione dei relatori a cura di Angelo Moretti, Vice Presidente Comitato “Verso la Fondazione di Comunità di Benevento”.

Seguiranno i saluti di: 
Carmen Coppola, Assessora alle politiche sociali del Comune di Benevento;
Giuseppe Marotta, Presidente del Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione di Comunità di Benevento;
Barbara Cutispoto, Coordinatrice del nodo territoriale diBenevento del Progetto PFP – Progetti Formativi Personalizzati con Budget Educativi;

In seguito si apriranno gli interventi dei relatori:
Andrea Morniroli, Co-portavoce Forum Disuguaglianze Diversità e Cooperativa Sociale Dedalus;
Gianluca Cantisani, Responsabile progetto Scuole Aperte Partecipate in Rete – MoVI nazionale;
Tiziana D’Aniello, Dirigente scolastico I.C.Don Bosco Verdi – Qualiano (Napoli);
Raffaela Milano, Direttrice dei programmi Italia-Europa di Save the Children;
Ugo Morelli, Saggista, Psicoterapeuta, Docente di scienze cognitive;
Lidia Cangemi, Dirigente scolastico Liceo Scientifico J.F. Kennedy di Roma

La moderazione dell’incontro è affidata ad Angelo Moretti.

Francesco Vasca, Professore Ordinario di Automatica Università degli Studi del Sannio e Coordinatore valutazione ed impatto Progetto PFP, insieme a Dora Ricci, Università degli Studi del Sannio, esporrà una fotografia della realtà attuale sui patti educativi. 

Un momento del workshop sarà dedicato agli interventi e alletestimonianze dei docenti impegnati nel Patto Educativo proposto dal Progetto PFP durante l’anno 2020:
Mariantonietta Tedino, referente Istituto Tecnico Industriale Statale Lucarelli;
Gilda Cecoro, referente I.S. Palmieri Rampone Polo;
Ivana Limata, referente Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione (I.P.S.A.R.) “Le Streghe”;
Mariarosaria Ricci, in rappresentanza delle Sentinelle dell’Inclusione;
Shark Emcee, rapper sannita e coach del laboratorio rap e di cultura hip – hop del progetto PFP

Nel corso del Workshop ci sarà spazio anche per l’esibizione dei ragazzi che hanno partecipato al Laboratorio Rap – Benevento Rap Lab, svolto nel nodo territoriale di Benevento del Progetto PFP, con il coinvolgimento dei rapper Lucariello e Shark Emcee.

Il progetto PFP, Progetti Formativi Personalizzati con Budget Educativi è un progetto selezionato dall’Impresa Sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, grazie al “Bando adolescenza”, che ha visto collaborare 48 partner in 9 regioni italiane ed 11 province, coinvolgendo circa 100 classi. 
Tra le azioni svolte nell’ambito del progetto, mirate alla cura dei sogni e delle ambizioni degli adolescenti in povertà educativa, si annoverano: la mappatura della dispersione scolastica (effettuata con il supporto dell’Università degli Studi del Sannio), la creazione di aule digitali diffuse nel periodo di pandemia per gli studenti che non avessero gli strumenti per seguire le lezioni in DAD, laboratori sportivi, teatrali e musicali, la creazione di un programma web radio di contrasto alla dispersione scolastico e laboratori di progettazione e produzione.

I comuni che durante il periodo pandemico hanno messo a disposizione degli spazi pubblici, per adibirli ad aule digitali diffuse, ovvero Vitulano, Torrecuso, Cerreto Sannita e Apice, saranno insigniti di un riconoscimento, a titolo di ringraziamento,da parte del nodo di Benevento del progetto PFP.

Lo strumento dei patti educativi si lega al concetto di comunità educante, ovvero a quella rete di relazioni tra scuole, comuni, associazioni di genitori e studenti e soggetti del terzo settore, costruita in una circoscritta area territoriale. 
L’approccio che caratterizza i patti educativi è di tipo partecipativo e orizzontale, in un’ottica di co -progettazione dei soggetti coinvolti: l’obiettivo è di lavorare nelle scuole su una progettazione personalizzata innovativa in cui ogni singolo studente è posto al centro con i suoi desideri, le sue paure e la sua voglia di crescita e sviluppo.

La creazione di una comunità educante passa anche attraverso la creazione di figure come le “Sentinelle dell’inclusione”, create nell’ambito del progetto PFP, ovvero una comunità adulta che nei quartieri, nelle contrade e nelle parrocchie, aiuta ad individuare famiglie o adolescenti che potrebbero essere in difficoltà e collabora per trasformare tale progetto in una proposta di riforma come modalità ordinaria di intervento per il contrasto alla povertà educativa.

I patti educativi di comunità consentono un ruolo attivo delle scuole, che si aprono al contesto sociale e culturale con l’obiettivo di contrastare e prevenire i fenomeni della povertà educativa e della dispersione scolastica, attuando al contempo un’azione di responsabilizzazione di tutti gli attori coinvolti, come ad esempio i servizi sociali territoriali.

La sede del nodo Benevento del progetto PFP è la “Casa di Comunità Ubuntu”, Via Napoli n. 241, nel quale sono stati stabilmente attivati diversi servizi, tra cui il doposcuola con le sentinelle dell’inclusione, i laboratori di danza e musicali, oltre ad altre numerose attività di contrasto alla povertà educativa avviate nell’ambito del progetto.

Per informazioni e iscrizioni al Workshop mandare una mail a: amministrazioneprogetti@consorziosaledellaterra.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display