Benevento, acque dei pozzi di Pezzapiana rientrate nella norma

                    ​

In relazione alla problematica relativa alla presenza di tetracloroetilene nelle acque di distribuzione servite dai Pozzi di Pezzapiana (Bn) oggetto dell’Ordinanza del Sindaco di Benevento, n. 118143 del 17 novembre 2022, con cui si è vietato, temporaneamente, di utilizzare l’acqua per uso potabile, si comunica che a seguito di un ulteriore controllo i valori del contaminante risultano pienamente rientrati entro i limiti di legge per le acque ad uso potabile (D. Lgs. 31/2001 e s.m.i.)

Si precisa che settimanalmente l’Asl di Benevento effettua campionamenti delle acque ad uso potabile nei Pozzi di Pezzapiana così come in altre fonti (acqua potabile di rete, di pozzi di adduzione e sorgenti) per verificarne la conformità ed assicurare l’uso potabile delle acque. Le analisi ufficiali, come da normativa, vengono effettuate presso il laboratorio Arpac del Dipartimento di Benevento, dotato dell’accreditamento per numerosi parametri tra cui il tetracloroetilene. L’accreditamento, da parte di un ente terzo, ai sensi della normativa vigente, riconosce formalmente ad Arpac la competenza istituzionale a svolgere in maniera oggettiva e corretta l’analisi di un determinato parametro.

Si precisa, inoltre, che in base alla legge istitutiva, Arpac assicura quotidianamente supporto tecnico analitico a tutti i Dipartimenti di Prevenzione delle Asl, per la determinazione di parametri chimici, chimico-fisici e microbiologici e di radioattività sui campioni di acque non solo potabili, ma anche di piscina, minerali e termali, a verifica di quelle effettuati autonomamente dai gestori.

In questo ambito si rassicura che per quanto riguarda le acque dei Pozzi di Pezzapiana, le analisi effettuate da Arpac sui campioni prelevati dall’Asl negli ultimi anni hanno mostrato valori conformi alla legge. Inoltre, l’intera Agenzia, in stretto raccordo con i Dipartimenti di Prevenzione delle Asl, continuerà, sistematicamente, secondo le previsioni dettate del Dpar (Documento del programma annuale regionale) ad assicurare la più rigorosa attenzione sui controlli delle acque ad uso potabile. Il Dipartimento Arpac di Benevento, che già effettua annualmente più di mille analisi di acque ad uso potabile, si rende, inoltre, disponibile, in raccordo con l’Asl locale, ad intensificare i controlli dei Pozzi di Pezzapiana, anche per monitorare l’andamento nel tempo del parametro in osservazione, fermirestando i procedimenti di caratterizzazione ambientale già in essere connessi alla presenza del tetracloroetilene nell’ambiente.

Revocata l’ordinanza che disponeva il divieto di utilizzo dell’acqua potabile in alcune zone della città


Preso atto che in data odierna l’ASL di Benevento – Dipartimento di Prevenzione UOC Servizio di Igiene e Sanità Pubblica ha comunicato al Sindaco di poter emettere una ordinanza sindacale di ripristino “a scopo potabile” di utilizzo delle acque di distribuzione dei pozzi di Pezzapiana e atteso che gli esiti analitici comunicati dall’ARPAC – BN alle ore 11.59 del 19.11.2022 e comunicati all’ASL determinavano che il valore parametrico del tetracloroetilene rientra nei parametri previsti dal D. Lgs. n. 31/2001, è stata emessa oggi un’ordinanza sindacale che revoca il divieto di utilizzo, in via temporanea, di acqua potabile per tutti i cittadini allacciati all’acquedotto pubblico nelle seguenti zone della città: Rione Libertà-Rione Ferrovia-Rione Triggio-Rione Santa Maria degli Angeli-Centro storico-Corso Garibaldi e traverse fino a piazza Guerrazzi-Rione Ponticelli-Contrada San Vito-Contrada Pezzapiana-Contrada San Marco-Contrada San Chririco-Contrada Acquafredda-Contrada Ripamorta-Contrada Ripazecca-Contrada Torre Alfieri-Epitaffio-Monte Pino-Via Castelpoto-Contrada CiancelleContrada Serretelle-Contrada Gran Potenza-Contrada Madonna della Salute-Contrada Montecalvo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display