Fiorenza Ceniccola:”Istituiamo il ’Reddito di Conscenza’ e ritorniamo al ’Reddito d’Inclusione’ ”

  Gentile Presidente On. Meloni,

nell’esprimerle la mia sincera solidarietà per le miserevoli polemiche scatenate sulla presenza di sua figlia Ginevra al G20, l’occasione è buona per sottoporre alla Sua attenzione alcune proposte in vista del vertice con i partiti di maggioranza sulla legge di Bilancio.

  Per farla breve, pensando alle centinaia di migliaia di nonni con 40 anni di contributi previdenziali versati (per andare a zappare) e costretti a “sopravvivere” con 550 euro al mese, Le chiedo di approvare un “Piano Anziani” caratterizzato da tre punti essenziali:- Aumento delle pensioni sociali minime a 1000 euro al mese per non far morire di fame i nostri nonni che rappresentano un patrimonio di esperienza indispensabile per dare concretezza a qualsiasi progetto di ripartenza. E’ inutile ricordare che trattasi di un debito “buono” e doveroso.- Ristrutturazione della normativa vigente relativa alle residenze per anziani (Rsa) presenti sul territorio con riduzione dei posti per ciascuna perché si è visto che una maggiore capacità di accoglienza in strutture assistite si è trasformata in un luogo ideale per la trasmissione del Covid.- Potenziamento dell’assistenza domiciliare per anziani.

Per cercare di frenare la cosiddetta “fuga dei cervelli” ricordata qualche giorno addietro anche dal Presidente Mattarella mi consenta di sottoporre alla sua attenzione e del Governo la proposta di istituire il “Reddito di Conoscenza” che potrebbe essere finanziato con una parte dei fondi destinati al “Reddito di Cittadinanza” che, a mio avviso, potrebbe essere sostituito con il “Reddito d’inclusione”( introdotto dal governo Renzi e poi abolito) che aveva previsto un ruolo importante dei Comuni come supporto alle famiglie povere di servizi come l’acquisto di beni essenziali.  

   Tecnicamente il “Reddito di Conoscenza” deve servire a dare il via ad un’azione integrata tra Imprese, PA e Università che finanzi interamente i Dottorati di Ricerca in azienda, Assegni di Ricerca per chi vuole intraprendere percorsi di ricerca sia nel pubblico che nel privato. Un azzeramento delle imposte per le aziende che assumono giovani laureati e/o professionalizzati.

  In attesa di un cortese riscontro, Le porgo i più distinti saluti.

Lì 18 novembre 2022

                                                            Fiorenza Ceniccola

                                 Consigliere Comunale – Guardia Sanframondi

                                   Coordinatrice Forza Italia Giovani – Benevento

                    Ambasciatrice della Commissione Europea per il Patto Climatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display