Ancora un pari per il Benevento


Finisce in parità Benevento-Pisa. Uno 0 a 0 tutto sommato equo per una gara che non ha offerto troppe emozioni.
Anzi, a dire il vero, le emozioni suscitate solo in un paio di occasioni dai toscani.
La cronaca parla di una sola opportnità da parte di entrambe le squadre con la prima capitata a La Gumina su calcio d’angolo battuto da Farias.
L’attaccante gialloroso spedisce di testa la palla poco oltre la traversa (19′).
Quella degli ospiti al 28′ con Toure che, su cross di Nagy, impegna Paleari in un intervento a terra.
Alla ripresa del gioco l’unica vera opportunità capita ai pisani al 48′. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo Beruatto tira di sinistro e il pallone si stampa sulla traversa.
Queste le fasi salienti di una gara, tutto sommato arbitrata da Pezzuto in modo giusto, mostrando cartellini gialli, tre per squadra.
Cannavaro ha riportato Letizia a destra per sfruttare la prestazione di Foulon sul lato opposto. Il capitano ha mostrato di aver ripreso fisicità, come tutti gli uomini in campo.
Questa è l’unica nota positiva, poiché la squadra ha retto nel corso dell’intera gara, senza soffrire. Detto di positivo sulla situazione atletica, su quella tattica la squadra manca di un volto. Difesa a tre troppo bassa, con i cinque davanti a fare da filtro, mentre i due attaccanti erano impegnati esclusivamente nella fase difensiva, allorquando il Pisa partiva dal basso.
Mai un’azione centrale, traversoni fuori misura anche sui calci d’angolo, e troppi i passaggi sbagliati.
Le sotituzioni di Cannavaro poco dopo il 60′ con Forte al posto di Improta, Koutsoupias per La Gumina (68′), Masciangelo per Foulon (74′).
Le pagelle premiano questa volta l’assetto, dove poche sono state le smagliature; oltre la sufficienza Paleari e Letizia, meno della sufficienza i centrocampisti e gli attaccanti, soprattutto per la mancanza di gioco di costruzione.
Ancora un voto sotto la sufficienza per Fabio Cannavaro che, se da un lato ha recuperato fisicamente i calciatori, dall’altro la squadra rimane senza idee, purtroppo una media da play out.
Ora l’appuntamento è fissato sempre alle 14 per sabato 5 novembre, per la seconda gara consecutiva al Vigorito. Ospite il Bari.
L’allenatore giallorosso spera di recuperare qualcuno degli undici infortunati, in primis Glik e Viviani.
La speranza dei tifosi, che non stanno contestando, e questo è un merito, è che la squadra trovi una soluzione a questa problematica situazione.

(g.b.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display