Concluse le giornate FAI d’autunno 2022


Si sono concluse le Giornate FAI d’Autunno 2022, uno dei grandi eventi targati Fondo per l’Ambiente Italiano, dedicato alla valorizzazione del patrimonio culturale nazionale. Quest’anno ricorre l’XI° edizione di questa straordinaria iniziativa, e anche la Delegazione di Benevento ha deciso di realizzare una programmazione ricca e variegata. 

Fondamentale il contributo apportato dagli Apprendisti Ciceroni, instancabili, seri e coinvolgenti, che hanno saputo accompagnare i visitatori alla scoperta dei luoghi aperti. 
In particolare, sono stati coinvolti l’I.I.S. “G. Alberti” di Benevento e l’I.C. “J. F. Kennedy” di Cusano Mutri, le cui docenti referenti sono stati rispettivamente le professoresse Spinelli e Meccariello e le prof.sse Festa, Cofrancesco, Fappiano, Santillo e Masella (gli alunni coinvolti per Benevento: Bianco Maria, Calati Giada, De Blasio Laura, De Marco Gabriella, Durante Aurora Maria, Fusco Vittoria, Malynovskyi Volodymyr, Mernone Aurora, Miresse Carmen, Modica Salvatore, Ottaviani Federica, Paoletti Rosa, Paragona Serena, Santamaria Daniele, Zullo Antonietta, Andreano Michelle Pia, Cillo Alfredo, D’addona Chiara, De Mita Desiré, Del Prete Sabrina, Della Marca Andrea Antonio, Gallo Isabela Crislayne, Ignozza Marysol, Lepore Anna Emilia, Lepore Katherina, Pallotta Daniela, Petrillo Cindy Maria, Pietrantonio Rosaria, Saginario Giada, Castaldi Sofia, Del Tufo Francesco, Frattasi Alessia, Giordano Federica, Martone Chiara, Mincione Concetta, Mogavero Giada, Molinaro Cristel, Paoletti Elisa, Salamone Maria, Tanzillo Raffaella, Vetrone Alessia. Gli alunni coinvolti a Pietraroja: CusanelliMaria Pia, Vitelli Maria Lucia, Iannicola Domenico, Cassella Francesca Letizia, Orsino Aurora, Perfetto Angelo, Santillo Stella, Tammaro Luana, Torrillo Luigia); menzione speciale per gli studenti del Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi del Sannio, guidati e assistiti magistralmente da: prof. Celestino Grifa, prof.ssa Libera Esposito, prof.ssa Ornella Amore, prof.ssa Raffaella de Matteis, prof. Sabatino Ciarcia, prof.ssa Chiara Germinario, dott. Lorenzo Girolamo, dott.sa Carmen Argenio, dott.sa Gilda Parrillo, dott. Andrea Lepore, Temar Cellini, Veronica Vitagliano e il dott. Alessio Relvini.

Il tema cardine di questa edizione sannita è stata la paleontologia, branca del sapere che a Benevento trova notevole sviluppo. Protagonista assoluto è stato il fossile di Ciro conservato presso il complesso di San Felice, esemplare di scypionix samniticus nonché primo fossile scoperto in Italia e unico al mondo ad aver conservato anche resti degli organi interni. Da sottolineare la disponibilità della Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento, in particolar modo il Soprintendente Dott. Gennaro Leva ed il Dott. Gerardo Marucci, oltre a tutto il personale che si è prodigato per garantire ai visitatori un’ottimale fruizione del sito. Grande attesa anche per l’apertura al pubblico del nuovo polo didattico del Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi del Sannio, dove è stato predisposto un interessante percorso multimediale e multisensoriale tra paleontologia e paleogenomica: un ringraziamento in tal caso al Magnifico Rettore Gerardo Canfora ed ai sopracitati docenti, dottorandi e studenti che hanno guidato i visitatori in maniera garbata e capace. 

A Pietraroja, abbiamo avuto il privilegio di poter garantire una straordinaria apertura del PaleoLab, museo di paleontologia purtroppo chiuso da alcuni anni, con un eccellente contributo del prof. Antonello Bartiromo che ha condotto un’affollatissima visita nella giornata di domenica. Inoltre, il percorso si è arricchito grazie alla possibilità di visitare la chiesa di Santa Maria Assunta, pregevole edificio e principale luogo di culto del piccolo borgo. Per tali aperture dobbiamo ringraziare il Comune di Pietraroja, in particolar modo il sindaco Angelo Pietro Torrillo ed il vicesindaco Gabriele Iannicola; la parrocchia di Santa Maria Assunta di Pietraroja nella persona di Don Donatello Camilli. 
Le aperture, inoltre, hanno dato la possibilità ai visitatori di ammirare una produzione di eccellenza dell’enogastronomia sannita, il prosciutto di Pietraroja (ringraziando il dott. Emilio Di Biase che ha concesso di visitare La Prosciutteria, con il museo annesso). 

Ultimi ma non per importanza, vanno ringraziati i volontari della Croce Rossa Italiana e la stampa, che come sempre ha seguito con attenzione queste Giornate FAI d’Autunno 2022.

Vi ricordiamo che fino al 23 ottobre è possibile donare 2 euro al FAI da cellulari e 5 o 10 euro da rete fissa con un SMS al 45583. 

– la Delegazione FAI di Benevento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display