Replica della Lega alle dichiarazioni dell’on.le Mastella

Ancora una volta il pluriOn.le Mastella si lascia andare a stravaganti considerazioni di fantapolitica. E questa volta il bizzarro attacco è incomprensibile anche rispetto al luogo scelto per l’invettiva. Il Presidente di Noi di Centro dimentica o probabilmente ignora che proprio grazie alle iniziative del centrodestra e dei parlamentari della Lega, innanzitutto con l’approdo al federalismo fiscale, la Regione Basilicata e tanti comuni della Val d’Agri si vedono accreditati ingenti fondi direttamente e non per il tramite dell’amministrazione statale. In particolare, sulla Basilicata, un tempo cenerentola delle aree interne del Paese, dopo i benefit del recente passato si riverseranno a decorrere da quest’anno proventi derivanti dai prodotti petroliferi stimabili, secondo il Sole24ore, tra i 120 e i 140 milioni l’anno grazie alle royalty per l’estrazione di greggio, metano e Gpl cui si aggiungeranno tra i 60 e i 70 milioni l’anno — in tutto fino a 700 milioni in dieci anni, praticamente, globalmente, circa due miliardi di euro a beneficio di regione e comuni interessati. Prossimamente, inoltre, i residenti della Regione Basilicata, 110 mila famiglie circa, usufruiranno di gas naturale gratis grazie ad accordi tra regione e compagnie petrolifere, che prevede il solo costo delle spese di trasporto ed oneri di sistema.

Questo è uno degli esempi plastici di autonomia differenziata che spaventa solo una classe politica inadeguata, che abbia alla luna senza avere uno straccio di programmazione, che ha a cuore solo la propria famiglia e giammai quelle che quotidianamente devono affrontare i problemi atavici di realtà emarginate ma di grande potenzialità come il Sannio, vittima di una rappresentanza parlamentare, nazionale e regionale, miope e capace solo di lanciare insulsi slogan in prossimità degli appuntamenti elettorali e fare dell’assistenzialismo in tutte le salse l’unico credo, essendo inadeguati a rendere competitivo questo territorio dalle straordinarie potenzialità.

Siamo onorati delle attenzioni che ci riserva quasi quotidianamente il Sindaco di Benevento, tra il taglio di un nastro e l’altro di opere sempre oggetto di adeguamenti ancor prima di entrare in funzione per trascurata valutazione dell’impatto che vanno a creare, perché comprende bene che noi operiamo per il bene comune e che non ci prestiamo a giochi di potere o di ignobili tentativi di travasi di consensi da uno schieramento all’altro. Se ne faccia una ragione, i nostri ideali, la nostra coerenza, il nostro coraggio non lo barattiamo con nulla, tantomeno per un seggio senatoriale. In verità votare e sostenere Mastella ancora nel 2022 è un sacrilegio.

Alberto Mignone 

Candidato al Senato della Repubblica collegio plurinominale n.2 della Regione Campania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display