Tutte le balle di Letta sul governo Berlusconi

     Le bugie hanno le gambe corte e molto spesso hanno il volto del segretario del Partito Democratico, on. Enrico Letta, che dopo aver paventato il “pericolo fascista” e denunciato il tentativo di “stravolgere la Costituzione” da parte del centrodestra con la proposta di far eleggere il Presidente della Repubblica dal popolo e di voler “affamare i cittadini” con la proposta di cancellare il Reddito di Cittadinanza e reintrodurre il vecchio Reddito di inclusione (Rei) per aiutare i più deboli e  indigenti, non ha esitato ad affermare che: “… il governo Berlusconi non fece nulla per il Mezzogiorno. Pertanto, convinta che la Politica si vergogna di chi falsifica la realtà dei fatti a proprio beneficio e dare una corretta informazione ai cittadini-elettori è doveroso ricordare alcune delle cose fatta dal Presidente Berlusconi quando era alla guida del Paese per rilanciare il Sud e che sono state confermate e certificate dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Europeo OCSE, dal Fondo Monetario Internazionale e dal Commissario Europeo per le Politiche Regionali.

Per far parlare i fatti, vale la pena ricordare che:- con il Governo Berlusconi furono utilizzate per la prima volta tutte le risorse messe a disposizione dalla Comunità Europea per il Mezzogiorno, in precedenza sprecate e perse;- nel programma del Governo Berlusconi su 10 anni (2001-2011) quasi la metà dei 125,8 miliardi di Euro (pari a circa 250mila miliardi di vecchie lire) fudestinato per il Mezzogiorno d’Italia;- dal Governo Berlusconi furono finanziati interventi per il sistema idrico di tutto il Sud per circa 1miliardo di Euro;- dal Governo Berlusconi furono concentrati nel Mezzogiorno il maggior numero degli interventi per infrastrutture strategiche, 129 rispetto ai 101 finanziati per il Centro Nord;- dal Governo Berlusconi (coadiuvato dal Presidente Stefano Caldoro) fu completato il termovalorizzatore di Acerra che ha permesso ai cittadini della Campania di non essere più soffocati dalla monnezza;- dal Governo Berlusconi fu completata l’autostrada Palermo-Messina, un’opera attesa dal lontano 1958;- dal Governo Berlusconi furono appaltati i lavori del ponte sullo Stretto di Messina –progetto approvato ai tempi anche dei governi Prodi e Amato;- dal Governo Berlusconi furono finanziati i lavori di potenziamento di tutti i porti sul Mediterraneo: in questi anni si è passati da 3 a circa 10 milioni di container transitati nei porti italiani:- dal Governo Berlusconi furono approvati ed appaltati i lavori di ammodernamento dell’Autostrada Salerno-Reggio Calabria;

E non può essere sottaciuto che dal Governo Berlusconi furono finanziati e attivati lavori di ammodernamento per le autostrade Messina-Siracusa-Gela e Cagliari-Porto Torres, della superstrada 131 Carlo Felice e della rete ferroviaria Napoli-Reggio Calabria-ponte sullo Stretto-Messina-Palermo (quello che comunemente è indicato come il corridoio 1 Berlino-Palermo).

Infine, l’occasione è buona per ricordare al segretario del PD e ai cittadini-elettori legrandi riforme fatte approvare dal Presidente Berlusconi fino al novembre 2011 (quando fu mandato a casa con un complotto politico-finanziario) e che hanno  rappresentato la certezza di un futuro migliore per tutto il Paese. 1) Legge Biagi che ha aumentato le tutele per i precari in caso di malattia e maternità e che ha permesso di creare un milione e mezzo di posti di lavoro (ci cui ben l’80% a tempo indeterminato).2) Riforma del fisco che ancora oggi consente a milioni di italiani di non pagare più l’imposta sul reddito e che aveva abolito anche la tassa sulla casa e le tasse di successione e di donazione (che Prodi, Letta e compagni hanno poi nuovamente introdotto).3) Riforma delle Pensioni e aumento delle pensioni minime a 1 milione di lire al mese per non far morre di fame i nostri nonni.4) Riforma della scuola che ha dimezzato il numero dei precari premettendo di assumere ben 130 mila insegnanti e permesso di aumentare i finanziamenti al sistema universitario per favorire il proseguimento degli studi e l’inserimento nel mondo della ricerca dei giovani più meritevoli.5) Riforma della docenza scolastica che ha permesso di modificare un sistema ingessato da decenni, combattendo il corporativismo e il baronato per aprire ai giovani ricercatori la strada per una carriera più rapida ed avvicinare il mondo accademico al mondo delle imprese e quindi i giovani laureati al lavoro.6) Riforma della ricerca scientifica pubblica con un aumento degli investimenti per borse di studio, dottorati e assegni di ricerca, per favorire il proseguimento degli studi e l’inserimento nel mondo della ricerca dei giovani più meritevoli. Con l’introduzione del nuovo sistema di reclutamento (concorso nazionale) si è garantito la qualità della docenza nel rispetto dell’autonomia degli atenei.7) Legge obiettivo per le Grandi Opere che ha permesso di avviare la modernizzazione del Paese dopo decenni in cui non si era fatto nulla.8) Fondo Unico per il Sud e riforma degli incentivi che insieme alla Banca del Mezzogiorno può segnare la svolta per il Sud.9) Nuova legge sull’immigrazione che  consentiva l’ingresso in Italia solo a chi aveva un contratto di lavoro combattendo i trafficanti di uomini.

10) Abolizione del Servizio militare obbligatorio che ha liberato migliaia di giovani dall’ansia di dover perdere un anno di vita nella caserma.

11) Prevenzione dei reati con l’assunzione di 3.700 nuovi poliziotti e carabinieri di quartiere che presidiavano 748 aree territoriali in tutti i capoluoghi di provincia. 12) Patente a punti e nuovo Codice della strada che ha ridotto notevolmente il numero di morti e feriti sulle strade ed il numero degli incidenti si è abbassato.

13) Divieto di fumare nei locali pubblici che ha indotto qualche milione di italiani a smettere di fumare con grande beneficio per la persona e per le casse del Sistema Sanitario Nazionale.

14) Legge per le grandi imprese in crisi, lotta alla contraffazione, sostegno al made in Italy, semplificazione di norme e procedure che hanno consentito alle imprese italiane di fronteggiare la concorrenza dei nuovi paesi asiatici e cinesi.

Sono convinta che, di fronte a questo “straordinario” impegno economico e progettuale, per il Sud e per l’Italia solo chi è in malafede può affermare che;

“il Governo Berlusconi non fece niente per il Sud”.

E, in conclusione, una domanda nasce spontanea: – Quali particolari opere a servizio della Francia ha compiuto l’on. Enrico Letta, segretario del Partito Democratico, per essere stato decorato con la Legion d’onore”, la massima onorificenza attribuita dalla Repubblica francese?- Questa onorificenza ha qualcosa a che fare con l’improvvisa decisione del Governo Draghi (in carica per l’ordinaria amministrazione) di voler consegnare la nostra compagnia area (ex Alitalia) ad un gruppo di investitori francesi (e americani) che sono i nostri più diretti concorrenti  per quanto riguarda  il turismo mondiale?

Benevento 4 settembre 2022

                                                                      Fiorenza Ceniccola​​

                                              Coordinatrice Forza Italia Giovani – Benevento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display