“Benevento cresce e… i giovani scappano“

“Ripartiamo dai giovani per superare la crisi economica e sociale”

  Apprendo dalla stampa che uno studio della Cgia di Mestre ha certificato che: La provincia di Benevento è ottava in Italia per incremento del PIL sull’anno precedente ed è prima per recupero dei livelli pre-Covid rispetto al 2019”Con un +3,9% Benevento è tra le prime provincie del Sud per aumento del Prodotto Interno Lordo e nell’intero Mezzogiorno soltanto i territori provinciali di Caserta  e di Messina fanno meglio del beneventano. 

    E questi dati della Cgia di Mestre sono stati annunciati con squilli di tromba dai massimi esponenti istituzionali del Sannio che  non hanno esitato a presentarli come: “… il risultato di un serio lavoro quotidiano e di una importante sinergia istituzionale”.

    Senza fare polemica, nell’esprimere un sincero compiacimento per questi dati segnalati dal report della Cgia di Mestre (che aprono il cuore alla speranza) e nell’invitare tutti ad una maggiore cautela “elettoralistica”, non posso non stigmatizzare che essi fanno a pugni con la fotografia scattata all’inizio di agosto dall’ISTAT e riferita alle circoscrizioni territoriali italiane e in particolare per il territorio sannita che ha messo in evidenza una vera e propria desertificazione demografica della provincia sannita e più incisiva nei piccoli borghi. Nel solo mese di maggio secondo l’ISTAT in 647 hanno fatto le valigie per andare in cerca di fortuna lontano da Benevento. Ventuno  persone al giorno dunque hanno fatto le valigie verso l’estero e in misura ridotta verso il Nord Italia per cercare migliori condizioni di vita e di lavoro.     

    Senza dimenticare che ben 583 giovani sanniti altamente qualificati nell’anno 2018 sono stati costretti ad andare via per trovare un lavoro (100 in più rispetto al 2017) e che il Sannio  ha conquistato, nell’anno 2019, la maglia nera nazionale per la disoccupazione giovanile.

           Alla faccia dell’economia sannita che … corre e cresce!

     Se a questo quadro negativo si aggiunge il calo demografico (registrati dall’ISTAT nell’anno in corso 622 nascite e 1500 decessi) il dramma sociale è fin troppo chiaro ed indica che c’è qualcosa che non va  in questa provincia.  

    C’è qualcosa che non torna: siamo ricchi o poveri? Il benessere nel Sannio è aumentato oppure è diminuito?

Benevento 13 agosto 2022

                                                            Fiorenza Ceniccola

                                     Consigliere Comunale – Guardia Sanframondi

                                     Coordinatrice Forza Italia Giovani – Benevento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display