Avviato il confronto sulle procedure di stabilizzazione dei precari nella Sanità Pubblica

Avviato il confronto sulle procedure di stabilizzazione dei precari della Sanità Pubblica

Si è svolto in data odierna l’incontro,  convocato dalla Regione Campania con le Organizzazioni Sindacali del comparto sanità pubblica e della dirigenza, per affrontare la questione riguardante la applicazione delle previsioni  della Legge di Bilancio 2022, la quale  stabilisce che le Regioni, in coerenza con il proprio Piano Triennale dei Fabbisogni di Personale (PTFP), possono assumere a tempo indeterminato il personale sanitario e gli operatori socio-sanitari che siano stati reclutati a tempo determinato e che abbiano maturato al 30.06.2022 alle dipendenze di un ente del SSN almeno 18 mesi di servizio, di cui almeno 6 mesi nel periodo intercorrente tra il 31.01.2020 e il 30.06.2022. Poi specifica che ogni Regione dovrà definire i criteri di priorità per il percorso di stabilizzazione. La Regione ha pertanto convocato le parti sociali per illustrare e confrontarsi sui contenuti della circolare che entro il 30 giugno ha intenzione di emanare in merito al percorso di stabilizzazione definito dalla normativa nazionale,  registrando tutte le posizioni Sindacali relative alla formulazione di una proposta di circolare da emanarsi a stretto giro. Con grande soddisfazione cogliamo l’ apertura a tutti i lavoratori e le lavoratrici precarie che negli ultimi anni hanno prestato con grande impegno e professionalità la loro opera di assistenza in un momento molto delicato come quello pandemico, tra l’ altro ancora in atto. Tale misura è rivolta anche al personale non più in servizio, a coloro che hanno svolto la propria attività in regime di lavoro autonomo e anche al mondo della ricerca. Come primo atto la FP CGIL ha chiesto a livello regionale la PROROGA di tutti i contratti in scadenza a Dicembre 2023 o in subordine al 31.12.2022, cosa che a livello provinciale siamo riusciti, invece ad ottenere con anticipo grazie ad una intensa campagna di lotta sindacale e,inoltre, come già fatto da altri Enti, che la Regione fornisca i dati ufficiali del personale interessato al percorso di stabilizzazione e abbiamo anche sollecitato una attenzione sulle procedure per non ledere i diritti legittimi, improntando il tutto al massimo della trasparenza e della partecipazione, affinchè anche a Benevento e provincia le  decine di lavoratori e lavoratrici sia del comparto che della dirigenza sanitaria, possano rientrare nel percorso di stabilizzazione, perché è importante, e lo ripetiamo ancora, non lasciare indietro mai nessuno.

Benevento  28/06/2022

                                                                                                                                FP CGIL BN 

                                                                                                                               Il Segretario

                                                                                                                            Domenico Raffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display