Il punto di vista di ” Altra Benevento e’ possibile” sul finanziamento promesso da De Luca per completare l’asse Rione Libertà -viale Mellusi e sulle opere non realizzate da Mastella

Comunicato stampa del 11 maggio 2022

All’assemblea degli imprenditori sanniti, piccola messinscena tra Mastella e De Luca per la promessa di finanziamenti. Non parlano di quelli non concessi per la sicurezza delle scuole ma annunciano che forse sarà completato l’asse interquartiere Rione Libertà- Mellusi, opera impossibile. Invece Mastella non parla mai dell’interquartiere via Valfortore-Rotonda dei Pentri con finanziamenti privati, inserito anche nel programma triennale delle Opere Pubbliche. 

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è intervenuto alla assemblea di Confindustria e come al solito ha dato spettacolo. Questa volta ha bacchettato anche il direttore della NATO per la guerra in Europa e poi, ovviamente, ha promesso finanziamenti per opere pubbliche, tanto attesi dai costruttori sanniti, senza però fare alcun riferimento a quelli non concessi, quasi 55 milioni di euro, necessari per la messa in sicurezza delle scuole. 

De Luca dopo le scambio di battute tipiche degli amici al bar impegnati con il tressette e i complimenti a Mastella, democristiano doc, ha promesso che valuterà la possibilità di concedere 26 milioni di euro per completare l’asse interquartiere Rione Libertà- Viale Mellusi. 

E’ un’opera pensata quarant’anni fa e solo in parte realizzata per errori di progettazione, con lo sventramento di via Martiri d’Ungheria e tre gallerie, al posto di una, mai collaudate. 

L’amministrazione Mastella non è stata capace di riaprire il Malies dopo sei anni e la disponibilità di un finanziamento regionale, intrappolandosi da sola in un mancato collaudo con appalto assegnato e lavori non eseguiti, figuriamoci se riuscirà, pur volendo, a completare quell’asse interquartiere, peraltro inutile. 

Forse ci sarà un nuovo progetto e un appalto, che faranno felici qualche tecnico e qualche costruttore, ma i lavori non finiranno mai, come avviene sempre più spesso per varianti, insufficienza di soldi e contenziosi. Di conseguenza i cantieri saranno abbandonati con sperpero di danaro pubblico e danni inevitabili per i cittadini.

Invece si potrebbe completare in pochissimo tempo l’asse interquartiere Nord-Est tra via Valfortoree la Rotonda dei Pentri, molto utile. 

Il progetto prevede l’ampliamento di 300 metri (tratto in rosso nella immagine allegata) di via Mura della Caccia (vicino alla Motorizzazione Civile) per collegarsi alla strada già realizzata nella zona industriale di Pezzapiana che raggiunge l’imbocco della tangenziale, senza percorrere gli attuali due chilometri tra attraversamenti ferroviari e capannoni industriali. 

Costa 3.450.000 euro e la spesa è a totale carico di imprenditi privati eredi di Maurizio Zamparini  che si era obbligato a realizzarla con una convenzione ancora valida. 

L’amministrazione Mastella lo sa bene ed infatti da sei anni quei lavori sono indicati con chiarezza nel programma delle Opere Pubbliche approvato dal Consiglio Comunale e confermati anche nel Programma Triennale 2022-2024 approvato dalla Giunta con la delibera n. 62 del 19 aprile, tra quelli da realizzare con finanziamenti privati. 

Quindi, il sindaco e l’assessore Pasquariello devono spiegare perché non è stato ancora completato quell’asse interquartiere, senza costi per le casse comunali. 

Hanno convocato gli imprenditori tenuti a finanziare i lavori per obbligarli a procedere velocemente? 

Sicuramente i consiglieri di opposizione sapranno approfondire la questione nelle cordiali riunioni di commissione Lavori Pubblici. 

Gabriele Corona, movimento politico “Altra Benevento è possibile””. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display