Rimane ferma l’ambulanza costata oltre 100.000 euro


Il movimento “Altra Benevento è possibile” ha chiesto oggi al Direttore Generale della ASL di Benevento, dott. Gennaro Volpe, che le ambulanze del servizio 118 siano utilizzate solo per soccorsi di emergenza.

Ecco il testo: 

“Il servizio di emergenza 118 affidato dalla ASL a Croce Rossa- Misericordie-Anpas dovrebbe essere garantito da 11 ambulanze per tutto il territorio provinciale delle quali 3 per gli interventi nella città di Benevento. 

Sono oggettivamente poche e ciò comporta tempi di attesa troppo lungi per i soccorsi dai quali dipende, molto spesso, la vita delle persone che hanno bisogno di aiuti, ricoveri e cure immediate.  

La situazione si aggrava ulteriormente in questo periodo perché molto spesso, quasi quotidianamente, una delle tre ambulanze attrezzate con medico di emergenza, infermiere professionale e autista soccorritore è utilizzata per il normale trasferimento di pazienti/ammalati in strutture sanitarie fuori dal territorio provinciale. 

Questo utilizzo, disposto dalle strutture ASL, non è previsto dal contratto di appalto e soprattutto costringe i cittadini ad attendere tempi sempre più lunghi per ricevere il soccorso di emergenza.

Per il trasferimento programmato dei malati fuori provincia si possono utilizzare altre ambulanze, soprattutto quella acquistata di recente e costata oltre 100.000 euro. 

Considerata la gravità dei fatti esposti, Le chiediamo di impartire disposizioni precise per consentire che le ambulanze del servizio 118 siano utilizzate solo per i casi di effettiva urgenza e di chiarire come viene utilizzata quella nuovissima in dotazione alla ASL.

Gabriele Corona, movimento politico “Altra Benevento è possibile” 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display