Capitozzate anche le palme di Viale San Lorenzo. Rosetta De Stasio, consigliera di ”Prima Benevento” presenta una interrogazione


Eccone il testo:

“Quale consigliere comunale del gruppo “Prima Benevento”, ho inoltrato un’interrogazione urgente all’Assessore all’Ambiente, Dr. Rosa, in relazione all’ultimo scempio consumatosi in viale San Lorenzo, dove sono state falcidiate le palme ubicate nelle aiuole laterali.

Al momento pare che nessuno sappia chi ha posto in essere il “taglio”, su incarico di chi, per quale motivo, né quali provvedimenti siano stati assunti, nonostante la notorietà dell’accaduto.

Pertanto mi sono sentita in dovere, condividendo le preoccupazioni di molti cittadini ivi residenti, di interrogare immediatamente l’Assessore che alla lodevole solerzia con cui interviene per multare giustamente i proprietari dei cani per la mancata pulizia delle deiezioni, contrappone l’inerzia per un fatto così grave.

Non solo le palme non erano di proprietà private e costituivano un meraviglioso decoro per uno dei viali più belli della città, ma l’intervento è stato effettuato in malo modo lasciando uno spettacolo a dir poco indecoroso.

Attendo una risposta che mi auguro sia non solo celere ma anche efficace.

Di seguito la mia interrogazione:

“P r e m e s s o  c h e :

-la sottoscritta ha appreso dalla stampa della preoccupazione di molti cittadini abitanti in viale San Lorenzo e dintorni inerente all’improvvisa severa capizzotatura di molte palme posizionate ai lati del viale, nelle aiuole;

-di conseguenza si è recata in loco dove effettivamente ha constatato una situazione a dir poco incredibile: sono rimasti monconi di palme nelle aiuole laterali e le parti degli alberi tagliate sono abbandonate a terra da oltre tre giorni.

-non si comprende chi ha provveduto al taglio, peraltro effettuato in malo modo, e soprattutto chi lo ha autorizzato;

-né si comprende il motivo per cui tutte le palme presenti in Viale San Lorenzo siano state falcidiate;

CONSIDERATO  INOLTRE

-che l’Assessore all’Ambiente, almeno fino ad ora, non è intervenuto sulla questione, pur essendo la notizia stata pubblicata sulla stampa;

-che è stato avvisato dell’accaduto anche il Comandante della Polizia Municipale, che, almeno fino ad ora, non risulta essere intervenuto;

-che lo scempio posto in essere è privo di qualsiasi giustificazione;

-che l’autore di tale scempio ha senza dubbio commesso un reato, trattandosi di piante non di proprietà privata;

-che giustamente l’Assessore all’Ambiente ha inteso multare i proprietari degli animali, e in particolare dei cani, per la mancata pulizia delle deiezioni in strada, mentre non ha inteso intervenire sullo scempio consumato in viale San Lorenzo;

-che il silenzio e l’inerzia dell’Amministrazione potrebbe apparire come complicità rispetto ad un gesto incivile che è ben lungi dal costituire un intervento di potatura programmato e necessario;

Tanto premesso e ritenuto, la sottoscritta, nella qualità,

C H I E D E

All’Assessore all’Ambiente di sapere:

-se era a conoscenza dell’intervento di capizzotatura delle palme ubicate in Viale San Lorenzo;

-se ha autorizzato o concordato tale intervento su piante di proprietà pubblica, e con chi;

-se, alla luce dell’accaduto, è intervenuto sulla questione ed in che modo;

-se ha predisposto le opportune e necessarie indagini per individuare l’autore o gli autori dello scempio;

-quali provvedimenti intende assumere nei confronti di chi ha posto in essere il detto intervento non autorizzato su piante non di proprietà provata;

-se e come intende ripristinare lo stato dei luoghi a tutela del verde pubblico e del decoro di un viale prestigioso della città che costituisce l’accesso alla Basilica della Madonna delle Grazie.

Chiede urgente risposta anche per iscritto, stante l’urgenza della questione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display