Siglata convenzione Unifortunato – Ordine Architetti di Benevento

Collaborazione negli ambiti formativo professionale, ricerca, terza missione e public engagement

L’Università Giustino Fortunato ha sottoscritto una nuova convenzione di collaborazione questa volta con l’ Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Benevento.

A siglare, questa mattina, l’accordo il Magnifico Rettore dell’Ateneo Telematico Giuseppe Acocella ed il Presidente dell’Ordine Architetti Diodoro Tomaselli.

La convenzione, ha spiegato in apertura il Prof. Paolo Palumbo – Delegato dell’Unifortunato per le attività di orientamento e placement, riguarderà le attività di collaborazione negli ambiti formativo professionale, ricerca, terza missione e public engagement.

Proseguiamo con questa linea d’azione, ovvero, quella di avere un rapporto proficuo con il territorio – ha dichiarato il Rettore Acocella. 

Abbiamo firmato una convenzione con l’Ordine degli Architetti di Benevento che va nel solco di ciò che è stato già fatto con altri Ordini professionali .

Ciò garantirà una più attenta e qualitativa formazione per gli Architetti affidata alla nostra Università telematica – ha sottolineato il Prof. Acocella –  che può contare anche sull’esperienza del Centro di ricerca e applicazione tecnologica sulla didattica e sul patrimonio culturale.

Noi come Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Benevento – ha dichiarato il presidente Diodoro Tomaselli consideriamo fondamentale questo accordo con l’Università Telematica Giustino Fortunato, punta di diamante del nostro territorio, in modo tale che i nostri iscritti possano avere una opzione di formazione di altissima qualità in più rispetto a quelle che già facciamo in altri contesti. 

Le attività previste dalla convenzione potranno riguardare:

– formazione, aggiornamento ed orientamento professionale ed imprenditoriale;

– programmi di ricerca finalizzata all’applicazione dei risultati in ambito produttivo;

– diffusione e trasferimento delle tecnologie;

– informazioni, consulenze ed assistenza scientifico tecnologica;

– attività di studio, ricerca e informazione, anche attraverso lo scambio delle

conoscenze derivanti dalla realizzazione di banche dati;

– attività di formazione, innovazione e internazionalizzazione;

– promozione di azioni volte ad attivare processi di innovazione con la creazione di nuova imprenditorialità ovvero con forme di aggregazione e collaborazione fra imprese;

– tirocini e collaborazioni anche per la redazione di tesi di laurea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display