Manita giallorossa al Vigorito contro il Pisa

Il Benevento era atteso alla gara contro il Pisa per l’ennesima verifica contro una big del campionato. Il Pisa era sceso al Vigorito con l’intenzione di riagguantare la vetta della classifica, ma ne è uscito… carico di meraviglia e soprattutto di cinque reti.
Sì, alla fine dei 90′ (il secondo tempo chiuso al 45′ senza recupero) il risultato finale di 5 a 1 a favore dei giallorossi la dice lunga sull’impegno dei padroni di casa. Un impegno, quello fisico, che la squadra mai aveva mostrato fino a questa gara. E’ pur vero che dopo le interruzioni la squadra ha offerto le prestazioni migliori, ma quello contro i toscani è stato un piccolo capolavoro di intelligenza tattica e fiato.
E dire che il Pisa aveva reagito bene alla prima rete giallorossa arrivata solo dopo tre minuti. Dopo solo due minuti, Mastinu calcia un pallone verso la porta, Paleari controlla la palla che finisce all’incrocio di palo e traversa, ritornando in campo. Bella la gara in questa mezz’ora del primo tempo con Paleari impegnato a salvare la sua porta in almeno tre occasioni, una delle quali, solo al 9′, eccezionale per riflesso. Colpo di testa di Leverbe con il portiere giallorosso che in volo, con il palmo della mano riesce a mandarla in angolo.
In dieci minuti di gara di tutto e di più.
È soprattutto il Pisa che impegna Paleari in più occasioni. Alla fine del primo tempo il numero dei calci d’angolo del Pisa ammontano a circa una decina, contro i due giallorossi.
Ma al 32′ poi è il caso, ma non troppo, a mettere un pallone alle spalle di Nicolas per il 2 a 0 giallorosso. Azione imperiosa di Acampora (migliore in campo on Paleari), cross dalla sinistra dello schieramento giallorosso che dal limite dell’area crossa prepotentemente un pallone velenoso che finisce addosso a Caracciolo che lo infila nella propria porta. L’intervento del difensore giallorosso però preclude la chiusura a rete di Forte che era alle sue spalle.
Sul 2 a 0 la fine del primo tempo. Alla ripresa bastano solo quattro minuti per la terza rete giallorossa ad opera di Improta. 49′ cross di Insigne e il Riccardo si inserisce e di testa, con prepotenza, palla in rete, alle spalle dell’incolpevole Nicolas. Tenta la reazione il Pisa ma oramai la sfiducia sembra aver preso piede.
Al 69′ la  quarta rete ad opera di Forte che approfitta di un cross deviato da Improta e di testa infila la rete per il 4 a 0.
La rete pisana all’85’, dopo i numerosi cambi effettuati da Caserta, dell’ex Puscas che, servito da Masucci, si trova a tu per tu con Paleari, infilando la palla in rete. Basta solo un minuto a capitan Letizia e compagno per riagguantare le distanze. All’86’ Calò (buona la sua prestazione) serve un pallone al centro dell’area verso il secondo palo, Tello, cronometro alla mano, blocca il pallone e al volo batte verso la porta per il 5 a 1 finale.
Nelle varie pagelle tutti i giallorossi sono oltre la sufficienza. Agli autori delle reti qualcosa in più, sugli scudi Paleari e Acampora, questo finalmente al posto giusto, così come Letizia che sulla fascia dello schieramento giallorosso dà il meglio di se.
Il Benevento con questa vittoria raggiunge il quinto posto con una partita in meno, quella da disputare a Cosenza. A 54 punti attuali con una gara in meno, la vetta, con in cima la Cremonese, è a quota 60.
Martedì il Benevento sarà impegnato a Reggio Calabria alle 19,00. (g.b.)

I RISULTATI DELLA XIII GIORNATA DEL GIRONE DI RITORNO
COSENZA – PARMA 1-3
CITTADELLA – TERNANA 1-2
ASCOLI – PORDENONE 1-0
ALESSANDRIA – SPAL 2-2
CREMONESE – REGGINA 1-1
LECCE – FROSINONE 1-0
BENEVENTO – PISA 5-1
CROTONE – PERUGIA 1-1
BRESCIA – VICENZA 2-0
COMO – MONZA 2-0

LA CLASSIFICA
Cremonese, punti 60; Lecce, 59; Pisa, 58; Monza, Brescia, 57; Benevento, 54;  Ascoli, 52; Frosinone, 51; Perugia, 47; Cittadella, Ternana, Reggina, Como, 44; Parma, 42; Spal, 33; Alessandria, 26; Cosenza, Vicenza, 24; Crotone, 20; Pordenone, 14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display