Le ripetute forzature del braccialetto elettronico riportano in carcere un imputato

A seguito di attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Stazione di Gesualdo hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere, con revoca della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Benevento.
L’aggravamento della misura è conseguito alle ripetute forzature del dispositivo del “braccialetto elettronico” per la localizzazione dell’imputato sottoposto alla misura cautelare, oltre a varie inottemperanze alle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria.
Il provvedimento della misura cautelare, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, è stato emesso a carico di imputato, presunto innocente fino a sentenza definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display