Il Circo sull’Acqua, una novità per Benevento

Con la visione dello spettacolo circense offertoci dai Fratelli Martini, abbiamo avuto la sensazione di un netto ritorno alla normalità e meglio ancora è stato un tornare indietro nel tempo, a quando eravamo spensierati e mai avremmo immaginato di vivere questi anni di pandemia.
Uno sguardo dunque al futuro, con questa nobile arte che, con circa due ore di spettacolo, senza l’utilizzo di animali,  ci ha presentato artisti di grande bravura, che hanno indossato costumi ed abiti meravigliosi. 
l “Circo nell’acqua “ è localizzato  presso lo Stadio e si tratterà a Benevento fino a Domenica 27 febbraio 2022, con due spettacoli nei giorni feriali: alle ore 17:00 e alle 19:30, mentre domenica gli spettacoli saranno tre: ore 10:30, 16:30 e 19:30.
E’ stata una grande emozione rivedere il tendone del circo, grande meraviglia ha destato  l’allestimento interno: su di una piscina sono sistemate due pedane e da una fuoriescono eleganti zampilli d’ acqua. Ad accoglierci c’è stata Ilary, la regina del mare, contornata dai componenti della sua corte: due splendide meduse,  peschi, granchi e giocolieri.
Il primo numero è stato quello dell’ acrobata che si é agganciata ai tentacoli di una splendida medusa rosa, pendente dal soffitto e che ha danzato nell’aria al suono delle note del “Danubio Blu”.
A seguire una giocoliera che ha ancheggiato con ben dieci cerchi, e dopo ogni  fine esibizione siamo stati intrattenuti da un bravissimo pagliaccio che ha coinvolto i bambini e gli adulti presenti in sala, con gioghi e gang davvero divertenti: quali la simulazione del giovanotto che accompagna con la sua spider una ragazza del pubblico, ed è poi stato costretto a spingere l’auto che non voleva saperne di camminare. Il tutto sottolineato dalle note dell’impareggiabile” That’s anore”.

Ancora ci ha mostrato l’unico animale, presente nel circo, un cagnolino di pelouche che  ha fatto prima accarezzare a tutti i bambini presenti in sala e che poi con l’aiuto di una di essi ha “costretto” ad attraversare un cerchio. Una gang veramente simpatica.
Ancora in un altro intermezzo al suono delle note del Charleston ha scelto tre signori del pubblico e li ha fatti suonare degli strumenti molto particolari…
Molto bello il numero con gli effetti speciali di luce, mentre le mangiatrici di fuoco si sono esibite al suon di “Per elisa “ di Beethoven, con dei mantelli dorati plissettati e stupendi.
Non poteva mancare la Sirenetta ed il suo Principe che ci hanno fatto stare con gli occhi all’in su per ammirarli nelle loro acrobazie, realizzate con l’utilizzo una rete da pescatore. Bisogna guardare con attenzione il finale di questo numero, veramente imperdibile, che vede gli acrobati roteare in mezzo alle fontane d’ acqua. 
Non poteva mancare il capitano della nave , che,  esibitosi nel far lievitare un tavolino, è riuscito ad affettarsi un braccio…; ha ammanettato una ragazza e l’ha chiusa in un sacco, sostituendosi poi a lei. 
Capitan Jack, lo squartatore, ha raccolto un grande applauso da parte del pubblico, che, ahimé, non era numeroso, rispetto ad uno spettacolo che, per la sua bellezza e per l’impegno degli artisti, avrebbe invece richiesto una maggiore partecipazione di spettatori.
Di grande effetto sono state anche le esibizioni della contorsionista sull’asta mobile e l’ infilzatore di spade… e le due meduse giganti, bianche, che hanno presentato un’altra brava contorsionista.
Non ci resta altro che invitarvi numerosi ad andare a vedere lo spettacolo, che rappresenta

una novità assoluta per l’Italia, dopo le numerosi tournee estere. 
Uscendo dal circo abbiamo apprezzato molto anche il rigoroso rispetto della normativa Covid-19, di questo virus, che per tanto, troppo tempo, ci ha tenuto lontani dalla bellezza dello spettacolo circense.
Maria Varricchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display