I giallorossi si rimettono finalmente in corsa

Il Benevento contro il Como torna al Vigorito e torna anche la vittoria. Una vittoria eclatante nel punteggio (5 a 0) caratterizzata da alcuni episodi proprio all’inizio della gara.
Il racconto di oggi è in massima parte dedicato alla cronaca e proprio a quegli episodi.
Iniziava male per i lariani poiché al 6′ minuto Solini rimediava un giallo per un fallo su Forte.
Solo dopo tre minuti Forte, che ancora deve diventare “squalo”, spara a volo verso la porta avversaria. Facole preda Facchin.
Ma a fermare tutto ci pensa il Var dalle cui immagini, dopo la visione dell’arbitro Marin, si evince un tocco di mano proprio di Solini. Rigore e cartellino rosso per doppia ammonizione per il difensore comasco.
A realizzare il tutto Forte che batteva… forte e centrale, ma il portiere avversario era da tutt’altra parte.
Il Como era già in dieci uomini dopo poco i primi dieci minuti.
Il Benevento che aveva iniziato la gara di gran carriera ringrazia e va avanti.
Gattuso opera immediatamente due sostituzioni per compensare la riduzione del numero in campo rafforzando la difesa con due uomini più forti fisicamente.
Ma dopo un solo minuto l’imprendibile Foulon si involava sulla fascia di competenza entrando in area ma veniva abbattuto da Vignali. L’arbitro segnalava il fuorigioco del difensore giallorosso.
Marini aspetta le decisioni del Var che valutava regolare la posizione di Foulon e dopo aver visionato le immagini indicava per la seconda volta il dischetto. A battere il penalty Insigne che con freddezza spiazza Facchin ed insacca. Il tutto si completava al 21′ del primo tempo. Tra l’altro l’arbitro non ammoniva, dimenticandosi, Vignali.
Il Como soffriva non poco per queste due azioni conclusesi con due rigori e la squadra giallorossa si dava molto da fare. Ma anche il Como al 27′ impegnava con Cagnano dalla distanza chiamando in causa Paleari che bloccava il pallone in due tempi.
Il Benevento abbassava il ritmo della gara ma comunque continuava ad attaccare soprattutto con l’indemoniato Foulon che veniva spesso chiamato a lavorare dai propri compagni.
Al 38′ ci pensava il fratello del nazionale a mettere a segno un gol capolavoro. Sugli sviluppi di una punizione la palla giungeva ad Insigne quasi a mezz’altezza, qualche metro oltre la linea dell’area di rigore e centrale, a volo, senza aspettare la discesa del pallone, batteva di sinistro ed insaccava nell’angolino alla destra del portiere avversario che nulla poteva fare se non osservare la palla gonfiare la rete alle sue spalle. Il primo tempo si chiudeva sul 3 a 0 per i padroni di casa.
Ma già dopo tre minuti della ripresa, al 49′, ci pensava Forte ad eguagliare la doppietta di Insigne. Lo squalo prendeva un pallone calciato da Ancampora che colpiva il palo e sul rimbalzo l’attaccante giallorosso chiudeva per il 4 a 0.
Il Benevento rallentava ancora di più i ritmi. C’era solo un lampo al 62′ di Acampora che concludeva a rete dalla distanza in modo forte ed angolato dove Facchin non poteva arrivarci.
Poi solo possesso palla giallorossa fino alla fine decretata da Marini con un attimo prima dei fatidici 90 minuti.
Nel corso del secondo tempo Caserta operava quelli che sembrano essere i cambi tradizionali intorno al 70′ minuto e al 65′ faceva entrare anche Lapadula al posto di Tello. Gli altri cambi Brignola per Letizia, Talia per Acampora e Talia per Insigne.
Dare il voto alla squadra e ai singoli atleti è superfluo, sono ovviamente i giallorossi oltre la media, ma non c’è da dimenticare la superiorità numerica in campo per oltre ottanta minuti.
Però da esaltare la prestazione di Foulon che solo sul finire della gara ha rallentato le sue folate.
Sabato il Benevento è atteso a Perugia vincitrice ad Alessandria che coi suoi 41 punti in classifica si presenta come avversario temibile e difficile.
Il Benevento si è rimesso in corsa… (g.b.)

I RISULTATI DELLA VI GIORNATA DEL GIRONE DI RITORNO
ALESSANDRIA – PERUGIA 1-2
CREMONESE – VICENZA 0-0
PISA – PARMA 0-0
PORDENONE – MONZA 1-4
SPAL – TERNANA 5-1
BENEVENTO – COMO 5-0
BRESCIA – ASCOLI 2-0
CROTONE – COSENZA 3-3
FROSINONE – REGGINA  3-0
LECCE -CITTADELLA 1-2

LA CLASSIFICA
Brescia, punti 47; Lecce, Cremonese, Pisa, 46; Monza, 44; Benevento, 43: Frosinone, Perugia, 42; Ascoli, 39; Cittadella, 38; Como, 34; Reggina, 32; Ternana, 31; Parma, 29;  Spal, 27; Alessandria, 23; Cosenza, 20; Crotone, Vicenza, 15; Pordenone, 12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display