Per Natale una pandemia d’amore

Carissimi, veniamo da mesi di sofferenza, durezza, disorientamento.
La pandemia ha messo a dura prova la nostra vita. 
Oggi il Natale ritorna per annunciarci che l’infinito amore di Dio non muore e che la vita rinasce nel calore della mangiatoia di Betlemme, “Casa del Pane”. 
Anche Maria e Giuseppe hanno vissuto restrizioni, prove, disagi e prepotenze da parte di dominatori senza luce e senza discernimento, ma la loro Fede è stata più forte della Paura, facendo trionfare la Speranza e l’Amore. 
Negli occhi di Gesù Bambino hanno scoperto la sorgente della Pace, del Conforto e della Gioia.
Allora facciamoci piccoli, poveri, umili come i personaggi del Presepe ed anche in questo Natale il Piccolo Grande Re si donerà a ciascuno di noi.
Dio non si è stancato di amare gli uomini e non si è dimenticato di noi, perciò, anche nella pandemia, possiamo continuare a sperare e confidare in Lui, nella certezza che non ci lascerà soli.
Dobbiamo attraversare la prova mantenendo accesa la fiamma della Fede, della Speranza e della Carità. La prova non avrà l’ultima parola. 
La solidarietà verso i più deboli e poveri manifesterà l’Amore che Dio fattosi Bambino nel Mistero dell’Incarnazione è venuto a rivelarci e donare.
Una pandemia d’ Amore segnerà un nuovo inizio di Carità e di Speranza .
Sono questi i miei auguri per tutti e in modo particolare per l’amata Famiglia Parrocchiale di San Gennaro in Benevento.

La Parrocchia di San Gennaro è nata insieme a Gesù Bambino nella notte di Natale del 1982, per cui, nel prossimo 2022 celebrerà il suo quarantesimo di Fondazione.
A partire da questo Natale 2021 celebrazioni particolari accompagneranno lo speciale Anno Giubilare .
Sono già partite, per il restauro, presso un laboratorio d’arte di Napoli, le statue lignee della Madre del Redentore e il Crocefisso del maestro Giuseppe Stufflesser di Ortisei che con il Nuovo Anno ritorneranno a risplendere nella nostra bella chiesa parrocchiale.
Presto si concluderanno i lavori del Centro Parrocchiale San Giovanni Paolo II, avranno inizio quelli del restauro della facciata della chiesa, asilo e casa canonica ed anche quelli della realizzazione dell’Oratorio che dedicheremo al giovane Beato Carlo Acutis.
Ed ecco l’ auspicio : questa eletta porzione della Chiesa Cattolica, divenga sempre più una grande Famiglia di figli di Dio, adunata dall’Amore Trinitario del Padre amante, del Figlio amato e dello Spirito Santo amore.
Risplenda sempre su tutti noi la Stella di Maria.
Mons. Pasquale Maria Mainolfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display