Il Festival d’Autunno 2021 prosegue con la nona edizione dell’Autunno Chitarristico del Conservatorio “N. Sala” di Benevento

Serata inaugurale ieri sera  al Teatro San Vittorino della nona edizione dell’Autunno Chitarristico del Conservatorio di Musica “N. Sala” di Benevento nell’ambito del Festival d’Autunno 2021. 
L’atteso appuntamento ha visto la partecipazione di una star del mondo della chitarra, Giulio Tampalini, protagonista di uno strepitoso concerto solistico. Grande soddisfazione hanno espresso il Presidente del Conservatorio Antonio Verga e il Direttore  Giosuè Grassia per la elevata qualità degli interpreti e per l’ampio coinvolgimento degli studenti, che sono i veri protagonisti della crescita della istituzione musicale sannita.  La manifestazione che si svolgerà fino al 24 ottobre ideata e coordinata artisticamente dal M° Piero Viti, concertista di chiara fama e docente titolare di chitarra nell’istituto di alta formazione musicale sannita, propone nei cinque giorni di programmazione, secondo una formula collaudata, master class, conferenze, concerti e una mostra di liuteria. L’intero evento si tiene nel suggestivo Complesso di San Vittorino, con la partecipazione di numerosi ospiti d’eccezione, tra cui docenti e concertisti di rango internazionale. ‘Media partner’ della manifestazione è il Web Magazine “dotGuitar”. 
Appuntamenti di rilievo del Festival nei prossimi giorni sono il concerto di Fabio Fasano, docente titolare di chtarra del Conservatorio “Sala”, e quello dell’Ensemble di chitarre dello stesso Conservatorio, diretto da M° Mario Fragnito, in programma la sera del 21 ottobre a cui seguirà venerdì 22 ottobre alle ore 20.00, un appuntamento da non mancare con un ospite d’eccezione, il chitarrista di origini cubane Marco Tamayo, unanimemente riconosciuto come uno dei maggiori chitarristi del nostro tempo, vincitore di più di 25 primi premi nei più importanti concorsi internazionali tra i quali il Concorso Andrés Segovia” di Granada, il “Michele Pittaluga” di Alessandria, il “Leo Brouwer” de L’Havana, nonché apprezzato solista con orchestre di grande prestigio. Altro evento di rilievo, il concerto orchestrale che si terrà sabato 23 ottobre, alle ore 20,00, dedicato a Ferdinando Carulli, per ricordare il suo 250° anniversario della nascita, ricorrenza in programma lo scorso anno 2020, ma rimandata a quest’anno a causa del lockdown. Nel concerto sarà eseguito l’integrale delle opere per chitarra e orchestra del maestro chitarrista-compositore napoletano, comprendente due concerti con chitarra solista e un singolare concerto per flauto, chitarra e orchestra. Solisti della serata, Giulio Tampalini, Lucio Matarazzo e Piero Viti, in duo con il flautista Gianluigi Durando, accompagnati dall’Orchestra del Conservatorio “N. Sala”, diretta da Francesco D’Ovidio. Il concerto sarà preceduto nel pomeriggio dal consueto Convegno istituito dal Conservatorio N. Sala su Carulli, che vedrà la partecipazione di Sandro Volta, uno dei maggiori esperti di musica antica su strumenti pizzicati. Sempre il 23 ottobre, sarà in programma al San Vittorino anche un’originale Master Class di Domenico Lafasciano. A chiudere la manifestazione, nei giorni 23 e 24 Ottobre, la 5Mostra di liuteria, che sarà inaugurata dal Presidente e dal Direttore del Conservatorio che così commentano l’iniziativa “L’annuale classico  appuntamento della mostra di liuteria nell’ambito  dell’Autunno Chitarristico che rappresenta uno degli eventi più seguiti,  vede in mostra noti liutai  costruttori di chitarre provenienti da varie regioni d’Italia. Invitiamo perciò la cittadinanza – concludono il presidente Verga e il Direttore Grassia – a visitare questa mostra che espone degli strumenti molto rari e preziosi.”  
Le Locandine  degli eventi sono pubblicate sul sito web del Conservatorio “N. Sala” dove è possibile visionare anche il dettagliato calendario degli eventi. Si rammenta infine che gli ingressi ai concerti sono liberi e gratuiti fino ad esaurimento dei posti. E’ necessario dotarsi di mascherina e mostrare il green pass all’ingresso del Teatro. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display