Coppa Italia: i giallorossi sconfiggono la Spal nella gara di esordio

Esordio al cardiopalma per il Benevento in Coppa Italia. Vittoria per 2 a 1 sulla Spal, ma quanta sofferenza nei minuti iniziali e finali.
Un 2 a 1 che permette ai giallorossi di incontrare nel prossimo turno la Fiorentina.
Tornando alla gara dei giallorossi a scacchi al Vigorito, c’è da sottolineare che il ritorno sugli spalti degli spettatori il sold out al botteghino non sembra esserci stato.
Comunque al di la di tutto e tutti la gara si è disputata regolarmente ed ha messo in luce soprattutto la tenuta fisica dei giocatori in campo. Sì, perché la gara com’è noto è terminata ai tempi supplementari.
Ma andiamo per ordine. Fischio d’inizio del sig. Cosso di Reggio Calabria e dopo pochi attimi contatto in area di rigore ferrarese tra Thiam e Di Serio. L’arbitro segnala un fuorigioco, ma il Var lo chiama al video e dopo qualche minuto decreta un calcio di rigore al Benevento. Sul dischetto Sau che parte, poi rallenta e Thiam lo ipnotizza parandogli un tiro sicuramente non degno di questa qualifica.
La partita prosegue con i giallorossi che comunque pressano gli avversari e si deve arrivare al 36′ per vedere la prima degna azione (unica e sola nel primo tempo) che porta al vantaggio giallorosso. Caparbiamente Foullon sulla sinistra difende la palla e pennella un cross al centro dell’area per Improta. Il giocatore evita brillantemente un avversario e insacca alle  spalle di Thiam un tiro teso e forte.
La gara va avanti senza troppi sussulti fino al fischio di fine della prima frazione di gioco.
La cronaca, anche nel secondo tempo, è scarna e senza episodi di rilievo, con i due portieri Thiam e Paleari quasi inoperosi.
Si deve avvivare ai minuti di recupero del secondo tempo per assistere al patatrac giallorosso, oramai abituati al noir degli ultimi secondi. Punizione di Viviani da circa  dieci metri dall’area di rigore. Palla tagliata e per l’attaccante giallorosso Moncini è impresa facile centrare, involontariamente la propria porta e beffare il compagno a difesa della rete con un colpo di testa all’indietro. Il tempo scandiva il minuto 94′.
Tutto da rifare. Ai tempi supplementari succedeva poco o nulla, anche perché i due allenatori avevano in pratica esaurite tutte le sostituzioni.
Al minuto 120′ tiro di Calo da lontano che Thiam para senza difficoltà. Nell’azione però rimane a terra Elia. L’arbitro fa riprendere la gara, ma viene richiamato per la seconda volta dal Var. Cosso va al video e dopo alcuni interminabili secondi decreta il calcio di rigore a favore dei giallorossi, con furibonda protesta dei giocatori della Spal e l’espulsione di Di Francesco. Sul dischetto si presenta Moncini che  fredda Thiam spiazzandolo: portiere a sx e palla a dx tesa, a mezz’altezza. Moncini in pochi minuti dolore e gioia.
Finale al cardiopalma con una uscita a vuoto di Paleari. Sulla ribattuta di un difensore giallorosso, al 125′, palla in out e triplice fischio finale.
Una prima annotazione: sicuramente alle due squadre è mancato l’attacco. Caserta non aveva convocato Lapadula e dovuto fare a meno anche di Barba e Antei, ma in pratica ha impiegato tutti i nuovi a disposizione Vogliacco, Masciangelo e Talia.

Ora si fa sul serio (pure se la Coppa è importante), domenica 22 al Vigorito di scena l’Alessandria alle ore 20,30:E’ CAMPIONATO. (g.b.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display