Guardia Sanframondi: il museo del vino e la vigna diventano aula

Alternanza scuola-lavoro nel museo del vino (MuBac) e tra i filari di camaiola e falanghina. Per il quarto anno consecutivo “La Casa di Bacco” di Guardia Sanframondi ha stipulato, nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro, una convenzione con l’Istituto Superiore “Galilei Vetrone” di Benevento mettendo a disposizione il museo del vino (MuBac) in piazza Castello, ed una vigna dove gli allievi dell’Istituto Tecnico Agrario indirizzo Viticoltura ed Enologia potranno mettere in pratica teorie e tecniche apprese in classe sui libri di testo.
Ieri mattina si sono ritrovate sotto il “pergolato magico” della Casa di Bacco la Dirigente Scolastica  Prof.ssa Angela Maria Pelosi e la Dott.ssa Fiorenza Ceniccola, Rappresentante legale della Casa di Bacco per la sottoscrizione della convenzione ai sensi della L. 107/2015. 
Nel progetto un duplice percorso: uno interno al museo, con una ricerca storiografica su Guardia Sanframondi e il suo vino liquoroso tanto apprezzato dal re Ferdinando IV di Borbone ed uno esterno, in vigna.
Inoltre, si è stabilito che nella vigna sarà realizzata una “Casa del Vino” intesa come gemmazione del Museo del Vino (MuBac) ed il Prof. Arch. Ignazio De Lucia si è assunto l’impegno di elaborare nelle prossime settimane il relativo progetto che segnerà l’avvio della realizzazione di un vero e proprio “Parco dell’Arte”  per favorire un incontro proficuo tra viticoltura e arte con lo scopo di far diventare la “vigna didattica” un piccolo campus culturale con attività riferite ad una nuova capacità di generare e sviluppare nelle nuove generazioni la passione per la viticoltura anche attraverso il linguaggio dell’arte. 
“Questo progetto è nato perché ritengo che la viticoltura e la cultura del vino intesa come la cultura del bere responsabile debbano diventare parte integrante di un processo educativo e culturale naturale così come accade in altri Paesi” – spiega Fiorenza Ceniccola, amministratrice della Casa di Bacco.   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display