Il destino dei giallorossi è ormai legato solo ai passi falsi del Torino

“Aspettiamo ora il risultato della Lazio… “Queste le parole di Inzaghi al termine di Benevento-Crotone.
Ma non erano quelli che non guardavano ai risultati degli altri? Quelli che camminavano guardando avanti… ed inanellavano delusioni su delusioni, non ultima, tremenda, quella di oggi.
Sì, tremenda, ma non bisognava coinvolgere la Lazio in questa pessima situazione… non vorrei essere nei anni del fratellino in queste ore.
Guardando la gara ancora una volta l’allenatore non ha saputo leggere lo spartito e sul finire ha chiamato “tutti indietro”… invece che il “tutti avanti con giudizio”.
Dirà che la squadra ha tirato in porta 14 volte arrivando solo ad una rete, il portiere avversario è stato il migliore in campo. Ma nulla ha fatto per cercare di fargli passare un pallone alle spalle com’è successo con la rete di Lapadula. Bisognava cercare di insistere approfittando di quell’uomo in più per cercare di scardinare quella porta, visto che la difesa dei calabresi non era certo imperforabile.
Tra formazione iniziale e cambi in corso d’opera Inzaghi ha pensato bene di sostituire Ionta con Improta solo dopo alcuni minuti (perché non Viola?), poi al 36′ Depaoli con Tuia. Si era già in vantaggio sul punteggio e sugli uomini in campo. Inizio di ripresa Caprari con Dabò… ma solo all’86’ Insigne con Gaich.
Il nostro non ha pensato minimente che occorreva una mente pensante in campo per architettare manovre concrete e magari sfruttare il piede magico su punizioni ed angoli di Viola.
Il tutto ha complicato non poco il lavoro… inutile di Schiattarella.
Poi tutti al riparo e il Crotone ha tirato fuori il suo splendido Simy… che è nella lista dei cannonieri del campionato.
Purtroppo la troppa prosopopea, la troppa sicurezza sulla insicura rosa giallorossa ha finito con lo spegnere quasi (Lazio… pensaci tu…!) sicuramente ogni speranza di rimanere nell’élite del calcio italico.
Non ci resta che attendere il Torino-Lazio per cullare per qualche altro giorno il sogno di rimanere dove siamo… a dover attendere che altri ci facciano il favore.
Ma alla fine… forse tutto (come diceva il Ginone del ciclismo) da rifare. (g.b.)

I RISULTATI DELLA XVIII GIORNATA DEL GIRONE DI RITORNO
GENOA – ATALANTA 3-4
SPEZIA – TORINO 4-1
JUVENTUS – INTER 3-2
ROMA – LAZIO 2-0
FIORENTINA – NAPOLI 0-2
BENEVENTO – CROTONE 1-1
UDINESE – SAMPDORIA 0-1
PARMA – SASSUOLO 1-3
MILAN – CAGLIARI 0-0
HELLAS VERONA – BOLOGNA

LA CLASSIFICA
Inter, punti 88; Atalanta, 78; Milan, Napoli, 76; Juventus, 75; Lazio, 67; Roma, 61; Sassuolo, 59, Sampdoria, 49; Hellas Verona, 43; Udinese, Bologna, 40; Fiorentina, Genoa, 39; Spezia, 38; Cagliari, 37; Torino, 35; Benevento, 32; Crotone, 22; Parma, 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display