I Padroni del Pensiero Unico Mondiale e il trionfo della Verità, della Libertà e dell’Amore

Alla fine dell’Ottocento, un grido doloroso e disperato si alzò dalle profondità inquietanti della cultura dell’Occidente: “Dio è morto!”. Si apriva, così, lo scenario degli “Ultimi tempi”.
Uno dei più straordinari “Geni cristiani” della Francia, Charles Pèguy, scrisse, allora, alla vigilia della prima guerra mondiale: “Il mondo moderno, lo spirito moderno, laico, positivista e ateo, democratico, politico, parlamentare, i metodi moderni, la scienza moderna, l’uomo moderno, credono di essersi sbarazzati di Dio”.
Nessuno di noi, cristiano o ateo, può negare, oggi, che la nostra civiltà europea sia riuscita a fare a meno del Cristianesimo. Dalla finestra aperta su piazza San Pietro, il grande Giovanni Paolo II inutilmente chiedeva, nei primi anni di questo secolo, ai “grandi” d’Europa il riconoscimento delle “radici cristiane” da introdurre nel “patto costituzionale” della Comunità. Gli fu detto: No! E nessuno, che ancora conservi un barlume di fede o di coscienza storica può oggi sorprendersi per la disgregazione che sconvolge i processi culturali, le istituzioni politiche, i valori etici, le tradizioni morali e religiose che hanno sostenuto e orientato la vita delle nazioni e dei popoli. La stessa Chiesa, “Mater et Magistra”, è minacciata dal pericolo dell’ “oscuramento della Divina Parola” per mezzo di interpretazioni naturali e razionali che la svuotano della soprannaturale ispirazione e inducono molti all’apostasia. A Fatima, la Vergine Madre aveva annunciato: “Verranno tempi in cui molti perderanno la vera fede”. E ora i tempi sono qui. E a don Stefano Gobbi, in 635 locuzioni interiori tra il 1973 e il 1997, la Madonna ha indicato l’urgenza della consacrazione al Cuore Immacolato e la necessità di riunirsi in Cenacolo perenne di preghiera, ha spiegato le tremende figure apocalittiche rivelate all’apostolo Giovanni nell’ultimo libro della Sacra Scrittura: il Dragone Rosso, la Bestia Nera, la Bestia simile all’agnello! “L’enorme Drago Rosso è il Comunismo ateo, che ha diffuso in ogni parte l’errore della negazione e dell’ostinato rifiuto di Dio”.
La Bestia Nera, “…simile a una pantera è la Massoneria, …agisce nell’ombra, si nasconde, si occulta, opera ovunque con l’astuzia e con i mezzi di comunicazione sociale, cioè della propaganda”. La terza Bestia, che “ha due corna simili a quelle di un agnello”, indica la Massoneria infiltrata all’interno della Chiesa, cioè la Massoneria ecclesiastica che si è diffusa soprattutto tra i Membri della Gerarchia “con lo scopo di distruggere Cristo e la sua Chiesa costruendo un nuovo idolo, cioè un falso Cristo ed una falsa Chiesa”. 
Solo l’immersione cognitiva, affettiva e relazionale nel tessuto narrativo, profetico ed escatologico di “Genesi” e di “Apocalisse” consente di guardare il percorso storico, dagli inizi alla fine, con gli “occhi di Dio”. All’altezza di Dio, accogliendo il suo invito: “Sali quassù, ti mostrerò le cose che devono accadere in seguito” (Ap 4,1), possiamo comprendere ed accogliere, attraverso la Voce della Madre, l’ultima Rivelazione.
Per uscire fuori dalla confusione della comunicazione planetaria e sottrarci all’arbitrio dei poteri pervertiti e pervertitori, agli abusi e ai soprusi di una congiura che si propone ecumenica, mondiale, totalitaria e si dichiara “Nuovo ordine mondiale”, è necessario ripristinare il solo criterio di giudizio morale, storico e religioso del Bene e del male, del Vero e del falso, del Giusto e dell’ingiusto, dell’Amore e dell’odio, della Santità e dell’empietà!
Quest’ultimo tempo è la “Manifestazione dell’uomo iniquo”!
Non abbiamo più il coraggio di discernere e di dire no agli inganni del potere, del denaro, del piacere, ai guadagni disonesti, alla corruzione e all’ipocrisia, all’egoismo e alla violenza.
Nelle vene dell’umanità non scorre più il fuoco della Vita e dell’Amore, ma il tormento dell’avidità e del dominio. Ora la Democrazia, come sistema e logica della libertà, ha perduto nella Babilonia europea il suo fondamento: “l’origine divina dell’uomo”. Il dispotismo della ragione ci vieta di riconoscerci “Immagine di Dio” e ci assegna l’identità e la discendenza della bestia. Ora il Capitalismo globale fonda tutti i poteri nella durezza spietata della logica finanziaria e totalitaria, realizzando il comunismo internazionale. Soltanto la potenza teologale di una Fede intrepida, di una Speranza incrollabile, di una Carità ardente può resistere all’oscuramento del pensiero, all’omologazione del linguaggio, alla distruzione dei processi democratici, alla condanna della Chiesa di Cristo e alla soppressione del Mistero Eucaristico. Non bisogna arrendersi uniformandosi al pensiero del “Nuovo Ordine Mondiale”. Non tarderà il Trionfo di Maria annunciato a Fatima: “Il mondo che sembra andare in rovina è vicino alla gloria tutta intera; nel momento in cui il male trionfa, finisce il male dell’ipocrisia, dell’arroganza, della presunzione”. 
Duemila anni fa la Crocifissione dell’Uomo-Dio è stata la Vittoria, la Resurrezione, il Trionfo. La Crocifissione ora della Chiesa è la sua Vittoria e la sua Resurrezione. “Il Breviario Mariano”, dettato a Don Stefano Gobbi dalla Vergine Santa, ci avverte, ci incoraggia, ci illumina, ci invita a consacrarci alla Verità, alla Libertà, all’Amore di Gesù Cristo Crocifisso e Risorto, Figlio di Dio e di Maria.
Davide Nava

3 pensieri riguardo “I Padroni del Pensiero Unico Mondiale e il trionfo della Verità, della Libertà e dell’Amore

  • 8 Febbraio 2021 in 11:10
    Permalink

    L’Ordine Mondiale imposto dalla Massoneria si estende anche a Cina, Russia, India?
    L’Europa degli europeisti coincide con la NATO?

    Rispondi
  • 8 Febbraio 2021 in 11:17
    Permalink

    Interessante, completo, beneaugurante.
    Complimenti. Grazie Davide per il tuo contributo instancabile.

    Rispondi
  • 9 Febbraio 2021 in 17:20
    Permalink

    Grande speranza ,la nostra fede non ci abbandonerà perché la “Mamma Celeste “sveglierà sul mondo intero

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *