Guardia Sanframondi: accadde oggi, 9 gennaio 2002

L’associazione Rinascita Guardiese continua la pubblicazione di documenti inerenti la storia guardiese per… progettare il futuro partendo dal passato

Il Consiglio Comunale guardiese è sciolto per le dimissioni congiunte presentate da Panza Floriano, Falato Carlo, Di Lonardo Raffaele, Mancino Alfredo, Pigna Filippo, Massa Antonio, Foschini Giovanni, Mancinelli Mauro e Poreo Vincenzo.
Il Sindaco Ceniccola eletto con il voto di 2026 cittadini-elettori torna a casa e arriva il Commissario prefettizio.
Piazza Castello(Fono-registrazione dell’ultimo discorso pronunciato dal Sindaco Ceniccola)

Amici e concittadini,
4 consiglieri comunali di minoranza e 5 di maggioranza hanno sottoscritto un foglietto pieno di calunnie e falsità ed hanno mandato a casa un Sindaco scelto e votato da ben 2026 cittadini provocando il commissariamento del Comune e un danno grave alla nostra comunità con la conseguente paralisi dell’attività amministrativa.
Per farla breve, è stata calpestata la Verità dei fatti e gli interessi autentici della comunità guardiese per riconquistare il bastone del comando. Gli interessi veri dei guardiesi sono diventati merce di scambio e le Istituzioni sono diventate un veicolo subalterno alle logiche di gruppi o, peggio ancora, al servizio di interessi personali.
La storia amministrativa, passata e recente, della nostra Comunità è piena di incomprensioni e d’ingiustizie; essa può valere a documentare l’irrimediabile incapacità della natura umana ad operare il bene, ad accettare ciò che è giusto e sano. Nella vicenda eterna dei fatti umani, passano, però, le miserie e si ritrova alta e luminosa, l’idea della Verità. In nome di questa idealità, avverto il dovere morale e politico di far sapere ad ognuno di voi che siamo dinanzi ad una vera e propria “carognata” ai danni degli interessi veri, autentici della nostra comunità. A mio avviso, gli autori di questa “carognata” sono persone che non hanno a cuore gli interessi della nostra comunità, sono persone che pensano solo ai propri interessi che avranno pure un comportamento adeguato alle regole sociali ma hanno un mondo interiore deteriorato perché accecato dallo sfrenato desiderio di … potere e poltrone.
La nostra Comunità è stata “violentata” con questa interruzione anticipata e immotivata dell’azione amministrativa e per smentire con i fatti coloro che hanno accusato il Sindaco Ceniccola di aver “sperperato il denaro pubblico” e di “non aver chiesto né ottenuto finanziamenti” per giustificare l’atto sciagurato che è stato compiuto non posso far a meno di ricordare tutto quello che è stato realizzato in questi 2 anni e mezzo e quello che lasciamo in eredità ai futuri governanti.Senza dimenticare che il sottoscritto è l’unico Sindaco che non è costato una lira alle tasche dei guardiesi avendo rinunciato all’indennità di carica prevista dalla Legge.
E rinviando ad altra occasione l’illustrazione di tutte le iniziative politico-amministrative intraprese in questi 2 anni quali: la costituzione del Consorzio “GUSTASANNIO”, il progetto “I CASTELLI DEL SANNIO”, il recupero e la rifunzionalizzazione del centro storico con il progetto “ALBERGHO DIFFUSO” e il Piano Integrato “VALLE TELESINA”, per dare a ciascuno il suo, consentitemi di ricordare che in materia di opere pubbliche, l’Amministrazione Ceniccola, nel corso dell’anno 2000 e 2001, ha appaltato e realizzato i seguenti lavori:
LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE IN PIAZZA CASTELLO, PIAZZA ROMA, PORTA FRANCESCA E ZONA VATICANO
– LAVORI DI RECUPERO VIA FILIPPO MARIA GUIDI E PIAZZA S. FILIPPO- LAVORI DI RIFACIMENTO PALESTRA SCUOLA MEDIA “S.GUIDI”
– LAVORI DI SISTEMAZIONE STRADA RURALE LISCA 4
– LAVORI DI COMPLETAMENTO CASTELLO MEDIEVALE
– LAVORI DI RESTAURO DELLA CHIESA AVE GRATIA PLENA
– COSTRUZIONE MARCIAPIEDI IN VIA PARALLELA in pietra calcarea
– LAVORI DI RIFACIMENTO VIA CARAFA E ZONA RETROSTANTE LA CHIESA DI SAN SEBASTIANO
– COMPLETAMENTO ACQUEDOTTO RURALE CERVILLO, TRE PIETRE E CONTRADA SANTA LUCIA
Per quanto riguarda le opere pubbliche finanziate e lasciate in eredità ai futuri governanti, queste sono rappresentante da:
– RIFACIMENTO PAVIMENTAZIONE VIA ROMA, VIA MORTELLE E VIA FABIO GOLINO (372 milioni di lire)
PAVIMENTAZIONE VIA E PIAZZA CONDOTTO (372 milioni di lire)
– RISANAMENTO EX CASA NONNO (1200 milioni di lire)
– RECUPERO CHIESA “SAN ROCCO” (626 milioni di lire)
– CENTRO SOCIALE ANZIANI – EX PAL. PIGNA (730 milioni di lire)
– RIFACIMENTO STRADA RURALE GALANO (473 milioni di lire)
– PAVIMENTAZIONE IN PIAZZA CROCE, VIA CROCE (150 milioni di lire)
– SISTEMAZIONE TORRENTE RATELLO (1000 milioni di lire)
– ADEGUAMENTO CAMPO SPORTIVO “S. Filippo Neri” (500 milioni di lire)
– COMPLETAMENTO CENTRO SPORTIVO VIA ARENA (835 milioni)
– COMPLETAMENTO CASA PER ANZIANI (318 milioni di lire)
– REALIZZAZIONE DI UN CANILE INTERCOMUNALE (300 milioni di lire)
– RIFACIMENTO STRADA RURALE PALOMBAIA (490 milioni di lire)
– LAVORI DI SOMMA URGENZA PIAZZA CASTELLO E PIAZZA ROMA E DISCIPLINA DELLE ACQUE BIANCHE E NERE
– COMPLETAMENTO ASILO NIDO – VIA PARALLELA (in costruzione da ben 30 anni- 464 milioni di lire)
– ADEGUAMENTO SCUOLA MEDIA “S. GUIDI” (500 milioni di lire)
– MANUTENZIONE CASTELLO MEDIOEVALE (100 milioni di lire)
– RISTRUTTURAZIONE CHIESA AVE GRAZIA PLENA (100 milioni di lire)
– RECUPERO PIAZZA FABIO GOLINO (150 milioni di lire)
– RECUPERO IMMOBILI COMUNALI (190 milioni di lire)
– COSTRUZIONE SBOCCO VIA PARALLELA – SS 87 (370 milioni di lire)
– RIATTAMENTO EDIFICIO SCOLASTICO ELEMENTARI (79 milioni di lire)
– REALIZZAZIONE MARCIAPIEDI VIA CESCO MARTONE (80 milioni)
– REALIZZAZIONE MARCIAPIEDI IN VIA NAPOLI, VIA COSTE E VIA FONTANELLE (325 milioni di lire)
– RIQUALIFICAZIONE PIAZZA FONTANELLE E PIAZZA CANALICCHIO (200 milioni di lire)
– PAVIMENTAZIONE VIA MONTE TRE CROCI, VIA FIORILLI E VIA SAN LEONARDO (450 milioni di lire)
– RIPRISTINO VILLE COMUNALI VIA S. ANTUONO E PIAZZA MUNICIPIO (80 milioni di lire)
– ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE (40 milioni di lire)
– LAVORI DI SISTEMAZIONE DELLA STRADA RURALE FRAGNETO
– LAVORI DI SISTEMAZIONE DELLA STRADA RURALE PANTANO
– LAVORI DI COSTRUZIONE ACQUEDOTTO RURALE SAPENZIE
– LAVORI DI COSTRUZIONE DEL SERBATOIO DI VIA COSTE
– LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL TORRENTE CAPUANO
Inoltre, non può non ricordare la straordinaria azione da me svolta nei confronti della Regione per assicurare a Guardia il finanziamento per il recupero del Centro Storico ( 2 miliardi e 500 milioni di lire) che segnerà la rinascita del cuore antico di questo nostro paese.E, dulcis in fundo, devo ricordare i5 miliardi di lire giàottenuti dalla Regione per realizzare, dopo circa 30 anni, le infrastrutture primarie nell’area P.I.P. in zona Vassallo e fondare la prima Città di Bacco nel Centro-Sud e, cioè, un parco tematizzato dove poter accogliere gli eno-turisti della Campania e non solo.Pur essendo stato sempre contrario all’autoreferenzialità devo dire che mai nessuno prima era riuscito a fare tanto e in così poco tempo per Guardia Sanframondi.
Infine, sia ben chiaro a tutti che questi soldi non sono piovuti dal cielo bensì rappresentano il risultato straordinario di un’accorta strategia di relazioni e di motivazioni progettuali che ne fanno un caso -da manuale- se si considera il breve lasso di tempo e le condizioni ambientali in cui abbiamo dovuto operare ( con degli oppositori che, in questi anni, hanno giocato al tanto peggio tanto meglio). Avremmo voluto continuare a lavorare per dare sempre di più e di meglio alla nostra comunità fino alla fine del mandato ma qualcuno ce l’ha voluto impedire.
Lascio ad ognuno di voi il compito di pronunciare l’ardua sentenza! Da parte mia mi limito semplicemente a dire grazie dal profondo del cuore a tutti coloro che in questi anni mi sono stati vicino e non mi hanno mai fatto mancare il loro sostegno.

P.S. Per dovere di cronaca, bisogna ricordare che gli oppositori- dimissionari per riconquistare il bastone del comando non esitarono a bollare come “BUGIE” tutte le opere pubbliche fatte finanziare dal Sindaco Ceniccola per ingannare i cittadini e trasformando, in tal modo, la campagna elettorale del maggio 2002 in una vera e propria sagra della menzogna e della calunnia. Infine, dall’approvazione del rendiconto dell’anno 2001 approvato in data 2 agosto 2002 tutte le opere pubbliche indicate dal Sindaco Ceniccola trovarono conferma negli atti ufficiali e con un avanzo di amministrazione di ben 293 mila 674 euro… per la gioia dei nuovi governanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

No Banner to display