Altrabenevento scrive al Prefetto: l’Asl fornisce dati confusi sull’andamento della pandemia

Ieri la ASL ha comunicato 45 nuovi positivi Covid19 ma al Ministero della Salute ne risultano 296. Confusione anche sui tamponi effettuati. Alessandra Sandrucci, presidente dell’associazione Altrabenevento, invia una nota al Prefetto chiedendo una corretta informazione, senza terrorismo mediatico, per coinvolgere i cittadini nella assunzione di comportamenti adeguati per contrastare la pandemia. 

I dati sull’evoluzione del contagio da Covid19 in provincia di Benevento sono ancora  particolarmente confusi e contraddittori. Ieri la ASL ha comunicato 45 nuovi contagiati mentre al Ministero della Salute ne risultano 296. Questo è un numero abnorme se riferito ad un solo giorno,  ma probabilmente comprende dati in precedenza non comunicati o non aggiornati.
Anche i dati sui tamponi effettuati rimangono misteriosi.  L’Azienda Sanitaria, infatti, non chiarisce se il numero pubblicato nel report quotidiano comprende anche i tamponi effettuati dai quattro laboratori privati del Sannio, autorizzati dalla Regione, e quelli effettuati al Palatedeschi ed esaminati dal centro Biogem di Ariano Irpino e pagati dalla ASL. 
In questa confusa situazione si alimentano inevitabilmente tensioni, ansie, polemiche strumentali, anche da parte di autorevoli rappresentati politici o istituzionali, favorevoli o contrari alla zona Rossa.
Per questo motivo Altrabenevento ha scritto oggi una nuova lettera al prefetto richiamando, innanzitutto, il documento del Ministero della Salute del 12 ottobre scorso “Prevenzione risposta COVID-19: evoluzione della strategia pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-inverno” che raccomanda anche la corretta informazione ai cittadini dei dati relativi alla evoluzione della pandemia.
In particolare, al Capitolo, 4 – pilastro 2, dal titolo “Comunicazione del rischio e coinvolgimento della popolazione”, si legge Per coinvolgere l’intera popolazione nell’assunzione di comportamenti virtuosi di contrasto all’epidemia è fondamentale assumere l’imperativo della trasparenza, anche condividendo i margini di incertezza che caratterizzano la conoscenza scientifica in tutti i periodi di emergenza. In questa fase è fondamentale realizzare una comunicazione costante, coerente e coordinata con le altre istituzioni. in modo da sviluppare fiducia nel pubblico e rappresentare un punto di riferimento costante, autorevole e affidabile.”
Altrabenevento, considerata la attuale confusa informazione sul contagio da Conid19, chiede al Prefetto Francesco Cappetta “il suo autorevole intervento affinché la ASL di Benevento fornisca chiarimenti sui test effettuati quotidianamente dai laboratori pubblici e privati autorizzati e corregga gli errori di calcolo del “Totale Positivi”, indicati nei report giornalieri, che non corrispondono né agli attuali positivi né ai contagiati dall’inizio della pandemia.
La presidente Alessandra Sandrucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *