Altrabenevento: aumentano finalmente le corse dei bus cittadini, ma è ormai troppo tardi

Mastella – scrive Sandra Sandrucci (nella foto), presidente dell’associazione Altrabenevento – si vanta di aver ottenuto finanziamenti dalla Regione per potenziare il trasporto pubblico in città, ma gli autobus ora girano vuoti. E’ uno schiaffo alla miseria. Intanto i cittadini sono costretti a pagare pure i tamponi

Il sindaco Clemente Mastella e l’assessore ai trasporti, Luigi Ambrosone hanno annunciato con grande soddisfazione di essere riusciti ad attenere dalla Regione l’aumento delle corse degli autobus cittadini. 
Era una delle cose da fare diversi mesi fa in modo da evitare, soprattutto con l’apertura delle scuole, l’affollamento degli autobus. Invece, Mastella e Ambrosone hanno presentato la richiesta al presidente De Luca il 14 ottobre, quando sono state sospese le attività didattiche. 
Da oggi girano in città autobus vuoti perché non li usano neppure gli studenti costretti a casa e quindi si buttano via soldi pubblici che potevano servire per altri servizi ed altre emergenze. 
I cittadini, ad esempio, sono costretti a pagare di tasca propria (60-70 euro) i tamponi presso i laboratori privati perché quelli della ASL non si riescono a fare. 
Il presidente De Luca che annuncia sostegni economici per l’emergenza Covid19, avrebbe potuto, magari su richiesta del sindaco Mastella, almeno consentire che il tampone fosse pagato dalla Regione, oppure avrebbe potuto aiutare tante famiglie in difficoltà, ed  invece si sprecano  i soldi per potenziare il trasporto pubblico mentre progressivamente si chiudono uffici, negozi e servizi vari.
E l’opposizione consiliare continua a tacere.
La presidente Sandra Sandrucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *