Ponte: la minoranza consiliare chiede chiarezza sulla gestione del Campo Sportivo

Il gruppo di opposizione consiliare al Comune di Ponte interviene con una nota sulle problematiche relative alla gestione del Campo Sportivo Comunale.

È passato oltre un anno e reputiamo doveroso analizzare nei fatti dove ci ha condotto l’Autorizzazione numero 49 del 19/09/2019 con la quale il sindaco Marcangelo Fusco ha permesso all’Asd Golden Dragon, con sede in Ponte alla Via Canale n. 22 (C.F. 92076770624), in persona del legale rappresentante pro tempere, Sig.ra Mastronunzio Zaira, la gestione in via temporanea e provvisoria del Campo Sportivo Comunale e delle annesse strutture e pertinenze, fino alla data di aggiudicazione al nuovo soggetto che risulterà aggiudicatario a seguito della emananda gara per l’affidamento.
ECCO LA SITUAZIONE NEI 12 MESI TRASCORSI
L’affidamento temporaneo alla Asd Golden Dragon era avvenuto (citiamo testualmente) “…per salvaguardare la manutenzione degli impianti in questione, nonché per permettere le attività sociali connesse all’utilizzo di dette strutture (leggi scuola calcio)”.
Da nostri riscontri, che possiamo reputare FATTI OGGETTIVI considerando che l’intera collettività pontese ne è al corrente, ci risulta che detta Associazione Sportiva non ha mai compiuto, in un anno di presenta nell’impianto, alcuna “attività sociale”. Anzi siamo venuti a conoscenza che per l’utilizzo del campo e delle strutture annesse viene chiesto sistematicamente ai fruitori un canone. Insomma questa autorizzazione del nostro sindaco ha permesso di creare un SOGGETTO ECONOMICO che sta facendo fruttare il campo. Basterebbe chiedere, per esempio, al consigliere comunale di maggioranza Luca Simeone, come è l’andazzo, dal momento che anche la squadra da lui creata è obbligata a pagare al custode il canone di utilizzo.
Sempre leggendo l’Autorizzazione numero 49 del 13/09/2019 si evince che il sindaco Fusco aveva sulla sua scrivania (citiamo testualmente): “…due sole richieste di affidamento in gestione degli impianti sportivi e precisamente da Asd Golden Dragon e da Asd Ponte ‘98 (già Asd Club Ponte ’98) … che quest’ultima società risulta morosa nei confronti di questo Comune, proprio a titolo di canoni dovuti per gestioni, pregresse, mentre la prima risulta certamente più affidabile, avendo svolto in passato manifestazioni con l’utilizzo degli impianti in parola adempiendo alle obbligazioni assunte”. Sinceramente questo “attestato di affidabilità” del sindaco nei confronto della Golden Dragon ha dimostrato, nei fatti, di non poggiarsi su solide basi dal momento in cui il gestore ha creato un sistema di gestione della struttura palesemente a scopo di lucro.
L’Autorizzazione numero 49 del 13/09/2019 chiarisce, inoltre, che il corrispettivo per la gestione temporanea era fissato in 7 mila euro annuali che l’Asd Golden Dragon avrebbe dovuto corrispondere al Comune in rate mensili (anche parziali). Vorremo sapere quanto è stato versato all’ente in questi mesi.
L’Autorizzazione numero 49 del 13/09/2019 stabilisce che la gestione all’Asd Golden Dragon doveva essere considerata “…temporanea e provvisoria”. È ormai trascorso oltre un anno e l’amministrazione comunale non ha ancora ottemperato a preparare un bando di affidamento della struttura sollevando dall’incarico gli attuali gestori. Chiediamo al sindaco Marcangelo Fusco di risolvere questa questione in breve tempo possibile.
I Consiglieri di Ponte Futuro
Achille Antonaci, Domenico Scrocco, Pietro Stefanucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *