I giallorossi chiudono alla grande un esaltante campionato

Ascoli -Benevento una gara di fine campionato che per i giallorossi aveva solo un punto di riferimento per eguagliare gli 86 punti in classifica generale detenuti dal Palermo. Agli ascolani serviva solo per un posto migliore nei play out. E nonostante il 2 a 4 sono riusciti a mantenere il primo posto in questa classifica nel torneo per determinare la quarta retrocessione.
Una gara tutto sommato piacevole che ha messo in mostra il divario tecnico tra le due squadre in campo.
Inzaghi ancora una volta ha puntato su alcuni giovani puntando in attacco sul duo Sau – Di Serio, mentre sull’out sinistro ha immesso Rillo.
La difesa un tantino rabberciata dovendo fare a meno di Caldirola squalificato e Volta infortunato. Nei quattro ha messo, oltre a Rillo, Barba, Gyamfi e Maggio, con finalmente Gori a difesa della rete giallorossa.
Tutti all’altezza del compito assegnato dall’allenatore.
Una gara che può essere racchiusa nella descrizione delle quattro reti giallorosse e delle due bianconere.
Al 25′ del primo tempo in una azione in piena area piccola bianconera assist di Improta per Sau che insaccava da pochi passi.
Dopo solo sette minuti punizione di Schiattarella che serviva Improta al limite dell’area, cross per la testa dell’accorrente Barba che da pochi passi metteva il pallone alle spalle del portiere avversario.
Al 45′, quasi in chiusura di tempo la rete più bella della partita. Al limie dell’area Sau gestisce alla sua maniera il pallone e, tra due avversari, trova lo spazio per darlo ad Insigne che, con uno scatto felino, batteva l’incolpevole Leali.
Nella ripresa l’Ascoli cerca il riscatto e trova al 49’ la rete con Morosini che sfruttava una respinta di Gori su una bordata di Trotta.
All’87’ tocca a Moncini che, sfruttando una ripartenza giallorossa riceveva da Schiattarella dal limite dell’area e, dopo aver scavalcato Leali, metteva in rete la palla del 4 a 1.
Al 92′ rete di Trotta su cross di Andreoni. Il giocatore bianconero in torsione  batteva a rete per il 2 a 4 finale.
Nel corso del secondo tempo tutte e cinque le sostituzioni giallorosse da parte di Inzaghi. Doppio cambio al 65′ con Moncini e Tello al posto di Di Serio e Improta. Al 77′ Del Pinto sostituiva Insigne, mentre all’84’ doppio cambio di Sanogo e Vocik che entravano al posto di Hetemaj e Sau.
Una chiusura con una vittoria a completamento di una stagione a dir poco splendida. Il rammarico del presidente Vigorito è che si sarebbe potuto arrivare in A alla fine di marzo se non ci fosse stato il coronavirus… è tutto un dire per sottolineare lo splendido cammino giallorosso.
Ora non ci resta che aspettare il calcio mercato. Il primo colpo il Ds giallorosso, lo ha già messo a segno con Kamil Glik, il difensore polacco, classe 1988. Un ritorno in Italia il suo dopo aver militato tra l’altro nel Torino. Era in Francia col Monaco ma è voluto tornare da queste parti. Solo per la cronaca è alto 1,90.
Andiamo a goderci le ferie è stato il silenzioso saluto giallorosso. Per molti sarà un ritrovarsi a Innsbruck, tra un paio di settimane. L’inizio del campionato di A ancora tutto da decidere, probabilmente tra l’ultima settimana di settembre o agli inizi di ottobre. (g.b.)

I RISULTATI DELLA XXXVIII GIORNATA (XIX di ritorno)
Ascoli – Benevento 2-4
Chievo – Pescara 1-0
Cosenza – Juve Stabia 3-1
Cremonese – Pordenone 2-2
Frosinone – Pisa 1-1
Livorno – Empoli 0-2
Salernitana – Spezia 1-2
Trapani – Crotone 2-0
Venezia – Perugia 3-1
Entella – Cittadella 2-3

LA CLASSIFICA
Benevento, punti 86; Crotone, 68; Spezia, 61; Pordenone, Cittadella, 58; Chievo, 56; Empoli, Frosinone, Pisa, 54; Salernitana, 52; Venezia, 50; Cremonese, 49; Entella, 48; Ascoli, Cosenza 46; Perugia, Pescara, 45; Trapani, 44; Juve Stabia, 41; Livorno, 21

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *