I giallorossi non mollano la presa e aggiungono altri tre punti in classifica

Superba prestazione del Benevento contro un Frosinone alla ricerca della migliore posizione per i playoff.
Un Benevento da primo della classe soprattutto nella prima frazione di gioco; nell’altra metà della gara ha cercato invece di contenere gli avversari alla ricerca almeno del pari.
Un 3 a 2 che sta un po’ stretto agli ospiti in terra di Ciociaria.
I giallorossi hanno chiuso la prima frazione di gioco sul risultato di 3 a 1.
Ha aperto le marcature dopo appena sette minuti dal fischio d’inizio uno dei giovani più promettenti della rosa di Inzaghi. Di Serio, dopo essere andato vicino al gol, il primo in serie B per lui, nella gara contro il Livorno al Vigorito, ha subito avuto l’occasione propizia per togliere lo zero dal tabellino delle sue marcature con un’azione da rapina. Il ragazzo ruba palla sulla trequarti campo a Szminsk, si invola verso l’area di rigore avversaria e batte Bardi per il vantaggio giallorosso.
Il Frosinone cerca di riscattarsi con un pressing alto ma poco incisivo in fase risolutiva. Dopo il rinfresco i padroni di casa riuscivano a riagguantare il pari con Brighenti che nell’area piccola raccoglieva un assist di Novakovich, che dopo una serie di duelli con Baba e Caldirola riusciva a servire il compagno.
Solo dopo due minuti il Benevento sfiora il raddoppio con un palo di Caldirola a pochi metri dalla linea di porta avventandosi sul tap in, poiché sul tiro di Kragl Bardi non tratteneva.
Ma al 36′ era proprio Caldirola a riportare avanti il Benevento pennellando in rete un colpo di testa al bacio dall’angolo di Kragl. Il difensore giallorosso si riscattava subito. Quattro minuti dopo arrivava anche il tris per i giallorossi  ad opera di Tello su assist di Sau, il pallone accarezzava il primo palo finendo poi in rete alle spalle di Bardi.
Alla ripresa il pressing dei laziali si faceva più incisivo, ma il Benevento teneva a bada gli uomini di Nesta che solo al 59′ riuscivano ad accorciare le distanze  con Dionisi, su assist di Paganini al limite dell’area di rigore, che concludeva a rete con un tiro basso, con il pallone che si insacca alla sinistra di Montipò
Al 65′ gol annullato al Frosinone per fuorigioco. Poi inizia la samba delle sostituzioni con Inzaghi che impegna tutte e cinque i cambi: al 65′ Moncini per Di Serio, al 71′ Hetemaj per Sau e contemporaneamente Insigne per Kragl, all’83’ altro doppio cambio Del Pinto per Tello e Pastina per Improta.
Nei minuti finali solo una occasione importante per i padroni di casa con Paganini che all’89’ di testa manda la palla sull’esterno della rete. Nei cinque minuti di recupero il Benevento cerca di tenere il possesso palla, portando a casa una vittoria importante per un altro piccolo, si fa per dire, record.
Sugli scudi senza dubbio Caldirola, vero protagonista della gara tra i giallorossi, ma anche capitan Maggio che, per l’ennesima volta, parte da titolare  e gioca per tutti i 90 e passa minuti di gara. Un atleta, un esempio; ed un augurio a Di Serio per la sua prima rete in serie B.
Ora l’ultimo appuntamento casalingo al Vigorito contro il Chievo Verona che, rifilando un perentorio 4 a 1 al Cittadella, sente odore di playoff, mentre  alla 36ma giornata anche il Crotone blinda matematicamente la promozione diretta in A come seconda.
Ora gli sguardi solo ai playoff e playout… (g.b.)

I RISULTATI DELLA XXXVI GIORNATA (XVII di ritorno)
Livorno – Crotone 1-5
Ascoli – Pordenone 2-2
Chievo – Cittadella 4-1
Cosenza – Pisa 2-1
Cremonese – Spezia 0-0
Frosinone – Benevento 2-3
Salernitana – Empoli 2-4
Trapani – Pescara 1-0
Venezia – Juve Stabia 1-0
Entella – Perugia 0-2

LA CLASSIFICA
Benevento, punti 83; Crotone, 65; Spezia, 57; Pordenone, 56; Frosinone, 53; Cittadella, 52; Salernitana, Empoli,51; Chievo, Pisa, 50; Entella, Venezia, 47; Ascoli, 46; Cremonese, Perugia, 45; Pescara, 42; Juve Stabia, 41; Cosenza, 40; Trapani, 38; Livorno, 21

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display