Livio Cavuoto (Conapo): i vigili del fuoco di Benevento trattati come bestie

Il segretario provinciale del CONAPO, sindacato autonomo Vigili del Fuoco di Benevento, Livio Cavuoto (nella foto), tuona contro la Dirigenza del Comando provinciale:

“Non vogliamo e non possiamo essere trattati come bestie”. Già nel mese di febbraio la nostra OS aveva evidenziato con una nota le criticità logistiche e strutturali in cui versava la sede distaccata di Bonea e le condizioni in cui era costretto a fare servizio il personale della Sede. Sin ora niente, a parte pochi interventi certamente non risolutivi, è stato apportato per migliorare tale situazione, malgrado tutto questo i Vigili del Fuoco in servizio presso tale sede hanno continuato e continuano a fare il loro dovere in un ambiente che definire penoso è un eufemismo.
Da pochi giorni siamo venuti a conoscenza dell’intenzione del Comando di definire una dislocazione di ulteriore personale, di ben 7 unità, presso la  Sede di Bonea per  il periodo 15 Luglio/15 Settembre,  per far fronte alla Campagna AIB 2020.
Pur reiterando quanto segnalato in termini di criticità logistico/strutturali con una nota, datata 04 luglio, indirizzata alla nostra Dirigenza, non c’è stato nessun riscontro ad ulteriore conferma del totale disinteresse di questa Dirigenza nei confronti del personale operativo del Comando.
Dice Cavuoto: “Con un aumento di 7 unità destinate al servizio per la imminente campagna AIB, senza tralasciare l’emergenza COVID-19 con le restrizioni conseguenti in termini sia di distanziamento sociale che di sanificazione degli ambienti, riteniamo che i mancati provvedimenti atti alla ristrutturazione di quanto segnalato possano creare grave nocumento al personale, e come OS non possiamo, né vogliamo, accettare che il personale venga trattato ancora in questo modo. 
Infatti anche il giorno 08 luglio 2020 con una nota indirizzata alla Dirigenza del nostro Comando abbiamo chiesto per ovvi motivi di poter dislocare tale squadra adibita alla campagna AIB, presso la sede centrale di contrada Capodimonte.
La nostra Dirigenza continuando a snobbare le nostre segnalazioni dimostra di non rispettare il personale operativo della sede in questione e offende  la stessa dignità dei lavoratori, che quotidianamente svolgono con onore e abnegazione il loro lavoro  pur vivendo una situazione estremamente disagevole.
In fine ribadiamo che  già da qualche anno, con l’assorbimento del Corpo Forestale in diverse amministrazioni dello Stato, sono stati assegnati ai Vigili del Fuoco di Benevento due strutture adibite a Caserma, di cui uno nel Comune di San Marco dei Cavoti e uno nel Comune di Montesarchio, che inspiegabilmente risultano chiusi in attesa di lavori di ripristino e che oggi potevano essere sfruttati come sedi VVF, potendo ospitare anche la squadra AIB in questione e dando la giusta dignità lavorativa al personale in servizio presso i due distaccamenti. 
Siamo stanchi di tali comportamenti e speriamo che questo messaggio possa arrivare a tutti gli organi competenti e ai Politici del nostro territorio, per far sì che si possa risolvere tale situazione e ridare la giusta dignità lavorativa al personale costretto a fare servizio in condizioni così degradanti”.
Livio Cavuoto
Segretario provinciale Conapo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *