Fiorenza Ceniccola: “Caldoro for president in Campania”

La dott.ssa Ceniccola, coordinatrice provinciale di Forza Italia Giovani, manifesta il suo entusiasmo per la candidatura per il centrodestra di Stefano Caldoro alla poltrona di Governatore della Campania
La candidatura dell’on. Stefano Caldoro (già Ministro della Repubblica) alla Presidenza della Regione Campania apre il cuore alla speranza di far tornare il buongoverno alla guida della seconda Regione d’Italia e sono sicura che egli rappresenta la carta vincente per mettere la parola fine al cosiddetto “Rinascimento salernitano” che doveva rappresentare un nuovo modello amministrativo della sinistra (dopo 15 anni di dominio assoluto esercitato dal governatore Bassolino) e che, dopo 5 anni, è precipitato in un “medioevo” ancora saturo di monnezza (le 200 mila tonnellate di immondizia, nonostante le promesse fatte, sono ancora stipate dove erano 5 anni orsono) e assistenzialismo che molto spesso fa rima con clientelismo. A tal proposito, le centinaia e centinaia di milioni di euro distribuiti a pioggia  dal governatore De Luca con la scusa di fronteggiare il coronavirus (che, in verità, nel Centro-Sud non è mai arrivato) ne sono la prova provata.  I Governatori delle regioni del Nord che, per davvero, hanno dovuto fronteggiare una situazione di grave emergenza sanitaria hanno preferito finanziare opere pubbliche e progetti di lavoro seguendo le precise indicazioni manifestate anche dal Presidente Mattarella.
E’ arrivato il momento di voltare pagina e di promuovere la politica del fare per dimostrare con i fatti di saper affrontare e risolvere i tanti problemi che fanno della Campania una regione in agonia.
Stefano Caldoro è sicuramente un politico esperto, conoscitore dei problemi e del clima politico della Campania, ed ha già dimostrato nella veste di Presidente della Regione Campania dal 2010 al 2015 di saper amministrare con coraggio, coscienza e capacità per realizzare un programma di elevata politica per dare un futuro a questa nostra Regione che, oggi, purtroppo, fra i tanti primati negativi, deve registrare due tristi primati:  ultima in Italia quanto ad aspettativa di vita e un tasso di mortalità delle aziende che non trova eguali in Italia  e che è alla base  del crollo del Pil campano. La Campania  ha bisogno di essere governata e non assistita e l’on. Caldoro  ha già dimostrato di saperlo fare quando è arrivato alla guida della Regione soffocata dalla monnezza, dai debiti e in mano alle imprenditorie criminali più spietate.
Fiorenza Ceniccola
Coordinatrice Forza Italia Giovani- Benevento      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display