Altrabenevento segnala probabili conflitti per le deleghe assegnate all’assessore Mignone

L’associazione Altrabenevento  ha inviato oggi una lettera alla dott.ssa Maria Carmina Cotugno, Segretario Generale del Comune di Benevento  e all’on. Clemente Mastella, Sindaco di Benevento per chiedere che sia valutata la condizione di eventuale incompatibilità  dell’assessore Maria Carmela Mignone, per le deleghe assegnate, con gli incarichi in diverse società.
Questo il testo:

“E’ stata pubblicata da qualche giorno, sul sito del Comune di Benevento la dichiarazione  sostitutiva  dell’atto di notorietà resa dall’assessore Maria Carmela Mignone in merito al suo stato patrimoniale  e agli incarichi in enti o società pubbliche e/o private.
L’assessore nominata il 24 febbraio scorso, dichiara di possedere quote in tre diverse società, tra le quali la Tecno Bios srl incaricata dalla Gesesa, società partecipata del Comune di Benevento, di effettuare le analisi sulla qualità dell’acqua servita ai cittadini  e sui refluii fognari. 
A commento delle notizie relative alla indagine penale sui depuratori gestiti da Gesesa che coinvolge anche l’amministratore di Tecno bios srl, Piero Porcaro, l’assessore Mignone il 16 maggio ha dichiarato  alla testata giornalistica NTR24 “ho sempre svolto unicamente l’attività di avvocato e non ho mai ricoperto alcun ruolo nell’Amministrazione della Società Tecno Bios s.r.l. che del resto sarebbe per norma deontologicamente incompatibile. L’unico legame è che sono coniugata con il dott. Piero Porcaro da 28 anni e che, nell’eminenza, avrà la possibilità di fornire, una volta avuta piena conoscenza degli atti a sostegno della provvisoria contestazione, i dovuti chiarimenti […] Mi pare evidente che se qualche atto della GESESA dovesse essere in discussione nella giunta comunale mi assenterei per una mia dignità personale e per rispetto delle istituzioni comunali”.
Da recenti visure alla Camera del Commercio risulta che l’assessore Mignone possiede quote di partecipazione nelle società Tecno Bios, Tecno Ambiente, Tecno Project e Delta Biotech, ed è anche consigliere di amministrazione dal 19 febbraio 2020 del Consorzio Sannio Tech costituito da otto società, tra le quali almeno una ha incarichi da parte del Comune di Benevento,  e diversi “soci aggregati” tra i quali la Tecno Bios. 
Si segnala, infine, che la Tecno Bios è socia di un consorzio che partecipa a gare di appalto indette dal Comune di Benevento. 
Tanto si comunica per chiedere di valutare eventuali conflitti attuali o potenziali, tra le funzioni esercitate nelle menzionate società dall’avv. Maria Carmela Mignone e il ruolo di assessore comunale con delega a “Sostegno alle imprese, agricoltura, Sportello Unico per le Attività Produttive, Agenda Digitale, Smart City, Innovazione Tecnologica, Agenda Europea,  Rapporti con l’univesità.”
Sandra Sandrucci
presidente di Altrabenevento   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display