Covid-19: il consigliere Simeone ringrazia i volontari della Protezione Civile di Ponte

La dott.ssa Maria Fatima Simeone – nella lettera che volentieri pubblichiamo di seguito – traccia un primo bilancio dell’attività svolta dal COC di Ponte, di cui è coordinatrice, e ringrazia i volontari che si sono prodigati in questa prima fase del contenimento dell’epidemia da Covid-19

Sembrano ormai lontani il 9 marzo e quel poco di normalità che ancora davamo per scontata prima di ritrovarci a sostenere il nostro battesimo del fuoco. L’istituzione del C.O.C. ci ha di fatto catapultati nell’emergenza da coronavirus e inseriti nella lunga catena di comando. Anche noi, come migliaia di altri volontari in tutta Italia, eravamo ora attivi.
Più di un anno fa il mio desiderio di formare un nucleo di volontari della Protezione Civile a Ponte incontrò l’entusiasmo di un primo piccolissimo gruppo di cittadini, ma, Mano a mano che burocraticamente si giungeva al decreto, aumentavano i volontari fino a raggiungere il numero attuale di 13 regolarmente iscritti all’albo regionale.
Avevamo iniziato a formarci e a raccogliere fondi per materiali e strumenti quando gli eventi ci hanno portato nel pieno di una emergenza a cui nessuno poteva essere preparato. Abbiamo imparato sul campo mettendo in gioco tutta la nostra disponibilità, il buon senso, i nostri mezzi personali, la pazienza e contando soprattutto sul nostro senso di responsabilità. Ed è così che giorno dopo giorno ci siamo ritrovati in una routine completamente diversa, a tratti faticosa e difficile ma molto soddisfacente sotto il profilo umano. Abbiamo iniziato a tessere rapporti con i nostri concittadini e oggi questi ultimi ci riconoscono e ci aspettano con gratitudine.
Purtroppo l’emergenza limita molto i movimenti. Il gruppo è stato organizzato in turni ed hanno assegnate aree definite, riuscendo così a dare aiuto a chiunque ne avesse bisogno. Oggi mi è difficile ricordare il prima e ancor più mi è difficile immaginare il dopo senza “i miei ragazzi”: donne e uomini, giovani e adulti del nucleo comunale dei volontari. Le difficoltà temprano gli animi e ne estraggono il meglio o il peggio ma io mi ritrovo persone pronte, disponibili, entusiaste. Persone che forse, prima, non conoscevo davvero e di cui non posso fare a meno.
Al loro impegno, ai loro sorrisi, alle loro mani e spesso anche alle loro gambe dobbiamo le consegne della spesa solidale, il ritiro delle spese per gli anziani che vivono da soli, e la consegna dei farmaci. Si sono già occupati della consegna delle mascherine acquistate dal Comune e, in occasione della Santa Pasqua anche della consegna, della consegna delle uova pasquali e della palma benedetta. “I miei ragazzi” sono presenti quando c’è da occuparsi delle fasce più deboli, ed anche in attività di supporto alla macchina comunale e, dalla prossima settimana saranno chiamati nuovamente a ripercorrere ancora una volta le strade del paese per la consegna delle mascherine che riceveremo dalla Regione Campania. Anche questa volta coi propri mezzi e con le proprie risorse. Però vedo già i loro sorrisi, il loro desiderio di essere utili e la loro disponibilità in cambio di un “semplice” grazie. E oggi, qui, sono io che devo a loro la mia gratitudine. Sono io che voglio dire a tutti loro un immenso GRAZIE!
La vostra Coordinatrice
Consigliere incaricato alla Politiche Sociali
Dr.ssa Simeone Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display