Emergenza Covid-19: questa è la situazione dell’Ospedale “San Pio” di Benevento

La direzione dell’Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento ci ha inviato la situazione aggiornata ad oggi ella principale struttura sanitaria della nostra città, che è la seguente:
1) ci si è dotati anzitempo di un numero idoneo di dispositivi individuali di sicurezza a tutela degli operatori ed sono stati inoltrati ordini per ulteriori approvvigionamenti di dpi;
2)  sono stati immediatamente individuati ed allestiti percorsi separati per i pazienti sospetti covid-19  e nello specifico è attiva già da oltre due settimane una tenda pre-triage, attrezzata per l’effettuazione degli esami diagnostici (radiografo ed ecografo portatili, etc.), e di laboratorio;
3) sono stati predisposti appositi protocolli aziendali per il trattamento del paziente sospetto di coronavirus, aggiornando costantemente gli stessi alle disposizioni ministeriali e regionali;
4) è stato adibito come Reparto Covid-19 l’intero secondo piano del Padiglione Santa Teresa del Presidio Ospedaliero “G. Rummo”, occupato dalle UU.OO.CC. di Pneumologia, Malattie Infettive e Neurorianimazione;
5)  è stata avanzata all’Unità di Crisi regionale la richiesta di ulteriori ventilatori polmonari (allo stato ne sono stati consegnati n. 10), rispetto a quelli in dotazione ai complessivi sedici posti letto di rianimazione, per attrezzare nell’eventualità posti di sub intensiva in altri locali aziendali idonei;
6) i pazienti ricoverati sospetti sono attualmente ventiquattro, mentre i positivi covid-19 sono cinque;
7) l’Azienda si è dotata per la sanificazione degli ambienti ospedalieri di un sistema robotico Xenex, che consente, soprattutto in questo momento, la disinfezione sistematica in soli cinque minuti delle zone nelle quali sono transitati casi sospetti o accertati di covid-19;
8) i tamponi effettuati in prima battuta sul personale dipendente sono nella disponibilità dell’A.O. Cotugno, che, nel processarli, trasmette volta per volta le relative risultanze all’Azienda, per poi essere comunicate agli interessati ed alle Autorità competenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *