Airola: la FP CGIL denuncia ancora aggressioni agli agenti di polizia penitenziaria

La FP CGIL di Benevento segnala l’ennesima aggressione avvenuta presso l’istituto penitenziario minorile di Airola. Vittime dell’episodio di violenza due agenti di Polizia Penitenziaria in servizio presso la struttura di Airola, non nuova a questo tipo di eventi.
Era qualche giorno fa, il 5 marzo, quando un detenuto di origine napoletana prelevava un estintore collocato nei corridoi del penitenziario e lo scaraventava contro i due agenti che, oltre alla violenza fisica, venivano investiti anche di improperi e atti di rabbia ai loro danni. Giunti al pronto soccorso,  dopo il triage, si certificavano rispettivamente 20  e 4 giorni di prognosi per ciascuno dei due, in seguito alle ferite riportate. Non è possibile né più tollerabile che dei lavoratori della sicurezza siano, a loro volta, protagonisti di violenza, gli istituti penitenziari, così come le case circondariali, sono luoghi di percorso verso l’espiazione della pena e del ripristino del concetto di legalità che passa necessariamente attraverso la messa in sicurezza di chi, a vario titolo, opera al fianco dei detenuti.
“Non possono – si legge nella nota del sindacato – i lavoratori, padri di famiglia, operare in un contesto di incertezza dove qualsiasi incognita possa ritorcersi contro il proprio operato, poiché oltre la sicurezza delle persone, dei lavoratori, ai quali va tutta la nostra solidarietà e il nostro completo supporto, ne va di mezzo la credibilità e la funzione stessa di una importante istituzione dello stato che, in quanto tale, svolge compiti di notevole rilievo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *