Il Club Ruote Storiche di Benevento celebra l’8 marzo abbinando bellezza femminile e auto d’epoca

Il Club Ruote Storiche di Benevento intende festeggiare quest’anno l’8 marzo con una novità che  considera  la compagna e l’amica dell’uomo nell’ambito di una tradizione storica che definisce Benevento città fondata dall’eroe Diomede, non in quanto guerriero, ma quale maestro di civiltà, proprio per la sua opera civilizzatrice per questo, Il tema di quest’anno è: LE DONNE NELLA CITTA’ DI DIOMEDE.
Chi era Diomede? Dopo la guerra di Troia i diversi condottieri cercarono di tornare nelle proprie terre e tra questi anche Diomede che, accertata l’infedeltà della moglie, si diresse con le sue navi verso la costa adriatica e, nell’antica Apulia fondò la Città di ARPI. La sete di conquiste verso nuove terre, lo portò anche nella nostra regione e qui, come narra la leggenda, fondò la città di Benevento lasciando come simbolo le zanne di un enorme cinghiale “caledonio” ucciso dallo zio Meleagro in una battuta di caccia. Ed è così che la nostra Città ha come simbolo totemico il cinghiale.
Il Club  in questione,  intende, pertanto, effettuare una  sterzata ed un’inversione di marcia dall’abitudinaria considerazione della donna (del resto non poteva essere altrimenti data la presenza di un club automobilistico) maestra di civiltà e di umana sapienza, non più vecchia megera ma bella, in quanto eterno ideale di  giovanile presenza nell’universo maschile.
Ormai nella nostra Città – dice il presidente del Club Ruote Storiche di Benevento, Michele Benvenuto – non si fa altro che parlare di streghe e di organizzare eventi che ne ricordino i malefici, ed i sortilegi con i quali infierivano particolarmente sugli animali ed i bambini.  Poiché è paradigma del Club Ruote Storiche di Benevento, abbiamo voluto abbinare alla bellezza femminile su auto d’epoca, un periodo storico decisamente importante per gli eventi che ne sono derivati. Per questo vorremmo che alle auto d’epoca si accodassero anche auto moderne a guida femminile per ricordare una giornata che ci auguriamo possa essere lieta per tutti”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *