Il Comune rischia di perdere i milioni del Pics se si va a elezioni anticipate

E’ in una situazione di impasse critica quella della politica a Palazzo Mosti.
Mancano ancora nove giorni dalla scadenza del 22 febbraio ma l’indecisione del sindaco Mastella se confermare o meno le dimissioni mette in apprensione anche i cittadini.
Con enfasi  è stato annunciato l’arrivo di circa 24 milioni di euro per la riattazione della stazione ferroviaria(8 mln)  e per i progetti del PICS (poco meno di 16mln). Sorge spontanea la domanda che fine faranno?
I milioni delle Ferrovie andranno comunque a contretizzarsi poiché sono previsti 17 mesi per la realizzazione delle opere. I progetti PICS purtroppo corrono il rischio di scomparire o quantomeno di essere stravolti. Primo tra tutti forse proprio il progetto relativo al recupero dell’area periferica e degradata  che l’Eav ha dato al comune per il nuovo terminal bus. Un progetto in rischio, se si dovesse andare al voto.
E sul tappeto resta anche il problema del Ciro Vigorito e della sua gestione. A giugno il Benvento calcio dovrà presentare la documentazione per l’iscrizione al nuovo campionato e tra la documentazione è obbligatoria la disponibilità dell’impianto cittadino, facendo saltare uno dei pochi tasselli positivi della nostra asfittica economia.
Vanno vagliate immediatamente queste problematiche e in un momento critico per l’economia cittadina, particolarmente più grave rispetto al contesto nazionale, occorrono decisioni e non già eclatanti preghiere alla Patrona del Sannio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *