In vista delle Comunali a Benevento Fratelli d’Italia lancia alla Lega un appello alla coesione

Ieri si è tenuta a Benevento la prima assemblea cittadina di Fratelli d’Italia. Dal dibattito aperto e partecipato, pur essendo emerse diversità di vedute sull’operato dell’attuale amministrazione comunale, si è ribadito unanimemente che l’obiettivo del partito è e rimane quello di costruire un centro destra compatto, con la pari dignità dei partiti fondanti che lo compongono, e che la decisione del sindaco Mastella di rassegnare le dimissioni può segnare l’occasione di recuperare un dialogo vincente tra Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega.
“Nella convinzione che – si legge in una nota del coordinamento provinciale di FdI – come avviene da circa due anni, la formula del centrodestra, pur nella diversità delle sue tre anime fondamentali, risulta essere vincente in ogni parte d’Italia, perché rappresenta garanzia di lealtà, coerenza e buon governo. E’ emerso anche che, sebbene tale missione politica sia stata raccolta certamente da Forza Italia, anche grazie alla cordiale, costante e fattiva interlocuzione tra il nostro Portavoce provinciale Federico Paolucci e il presidente provinciale di Forza Italia Domenico Mauro, lo stesso non può dirsi per la Lega. Le dichiarazioni ultime del suo segretario provinciale e il richiamo sprezzante alle “liturgie di partito” appaiono, allo stato, come un segnale di voler percorrere percorsi solitari che non si conciliano con la volontà di costruire percorsi di coalizione”. 
“Siamo sicuri – conclude la nota – che la presenza di domani a Benevento del segretario regionale della Lega, Molteni, possa fornire un’indicazione chiara e definitiva sulle intenzioni del partito di Salvini, spesso tentato da tentativi egemonici solitari che contrastano con le esigenze della coalizione e con il patto con con gli elettori. Non saremo certamente noi a rompere o interrompere il dialogo nella coalizione. Restiamo in attesa delle determinazioni della Lega e di capire se vi è correttezza di rapporti e lealtà tra i partiti, nella convinzione che la coerenza non basta decantarla, ma è necessario praticarla. La città ha bisogno di una svolta  di serietà e competenza che i partiti possono esprimere meglio di ogni raffazzonato civismo, che ha dimostrato il suo lato fallimentare. Ed il centro destra è sicuramente più forte e qualitativamente più rappresentativo se coeso. Alla Lega diciamo: fate il vostro gioco domani, altrimenti rien ne vas plus”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *