Ponte: il vicesindaco Caporaso interviene in merito all’assenza del Comune nell’elenco dei beneficiari d’interventi per il rischio idrogeologico

L’Amministrazione comunale, nella persona del Vice Sindaco con delega ai Lavori Pubblici Antonello Caporaso (nella foto), ci tiene a fare chiarezza e a sgombrare il campo da possibili fraintendimenti, in merito alla notizia lasciata passare qualche giorno fa dal gruppo di minoranza, sull’assenza del Comune di Ponte tra quelli beneficiari di interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico previsti dall’apposito Piano messo a punto dalla Regione Campania.
“Gli interventi contenuti nel Piano della Regione Campania – esordisce Caporaso – riguardano proposte progettuali esecutive candidate ben prima dell’insediamento della nostra Amministrazione; quindi qualsiasi mancanza in merito, se del caso, sarebbe da imputare a chi negli anni è stato poco attento a queste occasioni. La nostra amministrazione – continua il Vice Sindaco – è sempre molto attiva sul fronte finanziamenti pubblici, siano essi strutturali o meno, con particolare diligenza a quanto concerne il dissesto idrogeologico, tema che, a differenza di quanto affermano gli amici della minoranza, viene posto sempre in cima alle priorità della nostra attività politica. Tanto è vero che nel settembre del 2018, ad appena 3 mesi dal nostro insediamento, mi sono recato di persona dal Presidente della Regione Vincenzo De Luca per l’interesse ad eseguire le attività al fine dell’ottenimento del Decreto con il quale il Comune di Ponte è risultato essere beneficiario per lo studio e la progettazione per la mitigazione del rischio idrogeologico dei valloni insistenti sul territorio comunale; la procedura di gara è in fase di aggiudicazione per un importo complessivo di 238 mila euro e, una volta terminata la fase di studio e di progettazione, le opere previste riguarderanno interventi pari a circa 2 milioni e 700 mila euro, il tutto finanziato con un fondo speciale del Ministero dell’Ambiente. Chi frequenta assiduamente e si interessa alla vita amministrativa del nostro Comune, queste cose dovrebbe saperle! Attaccare l’Amministrazione su questo tema vuol dire che il gruppo di minoranza o non sa o fa finta di non sapere e cerca di mettere in giro notizie false e tendenziose. Il Comune di Ponte sarebbe potuto essere presente nell’elenco di cui al Piano regionale se negli ultimi anni, e non negli ultimi 18 mesi, le amministrazioni che ci hanno preceduto si fossero dotate di progettazioni esecutive, che rappresentano ad oggi l’unico modo concreto per ottenere più facilmente finanziamenti pubblici. Come detto sopra – conclude Caporaso – grazie al finanziamento ottenuto a settembre 2018, andremo a dotarci di uno studio completo ed esecutivo, che ci permetterà di programmare la messa in sicurezza del territorio comunale; la strada da percorrere, come sempre, è quella della programmazione, non dell’improvvisazione. Per l’ennesima volta, invito gli amici della minoranza ad informarsi prima di dire sciocchezze. A noi piace fare i fatti, non ci piacciono le chiacchiere!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *